Apple ci ripensa: con iOS 11 il chip NFC di iPhone diventa più utile

Finora solo Apple poteva usare il chip NFC sepolto in iPhone ma con iOS 11 le cose cambiano. Arriva Core NFC che apre l’uso anche per gli sviluppatori terze parti

La tecnologia NFC integrata negli iPhone è al momento utilizzabile solo da Apple. L’antenna NFC è sfruttata per Apple Pay e nessun altro può usare la connettività wireless (RF) bidirezionale a corto raggio.

Con iOS 11 Apple ha deciso di aprire un po’ la tecnologia NFC: con Phone 7 e 7 Plus (e probabilmente dispositivi futuri) gli sviluppatori potranno sfruttare Core NFC, un nuovo framework che Apple propone per leggere tag Near Field Communications (NFC) e dati nel formato NDEF sigla di NFC Data Exchange Format.

Il chip NFC integrato negli iPhone potrà leggere qualsiasi tag, non solo i tag Apple Pay ed eseguire azioni in base alla localizzazione dell’utente. Non è ancora chiaro cosa sarà possibile fare e non fare ma l’NFC è potenzialmente utilizzabile in vari ambiti per consentire l’interazione tra dispositivi.

Una delle caratteristiche principali di questa tecnologia è la sua sicurezza implicita, dovuta della breve distanza di comunicazione. La vicinanza fa i dispositivi rende la probabilità di intercettazione del segnale molto bassa. Un dispositivo è in grado di iniziare la comunicazione con un altro device NFC oppure con un tag, cioè un elemento “passivo” in quanto non è in grado di iniziare la comunicazione, ma sfrutta l’energia del segnale inviato da un dispositivo per rispondere.

NFC ios 11