Home Hi-Tech Finanza e Mercato Apple conferma le indagini governative sugli iPhone rallentati: a febbraio il tasto...

Apple conferma le indagini governative sugli iPhone rallentati: a febbraio il tasto in beta

Nelle scorse ore è emerso l’avvio di due indagini governative in USA su Apple circa la questione degli iPhone rallentati: con un comunicato la multinazionale di Cupertino conferma le indagini in corso e soprattutto offre le prime indicazioni temporali sull’inserimento del tasto che permetterà agli utenti di disattivare il rallentamento.

La società conferma le due indagini in corso senza però precisarne il numero e gli enti governativi da cui sono state avviate «Abbiamo ricevuto domande da alcune agenzie governative e stiamo rispondendo», così come ha dichiarato un portavoce di Cupertino ad Axios. Ricordiamo che una indagine è stata avviata dal Dipartimento di Giustizia USA, siglato DOJ, mentre un’altra indagine è stata invece avviata dalla Securities Exchange Commission, siglata SEC, l’equivalente della nostra Consob.

iphone rallentati chiarimenti
Le dichiarazioni di Apple proseguono ribadendo ulteriormente che il rallentamento degli iPhone non è stato inserito per ridurre la vita utile del dispositivo o per spingere le vendite di nuovi iPhone, ma semplicemente per evitare spegnimenti improvvisi e salvaguardare l’esperienza degli utenti.

«Come abbiamo detto ai nostri clienti a dicembre, non abbiamo mai e non avremmo mai fatto nulla per ridurre intenzionalmente la vita di qualsiasi prodotto Apple, o per degradare l’esperienza dell’utente per incentivare gli aggiornamenti dei clienti. Il nostro obiettivo è sempre stato quello di creare prodotti che i nostri clienti amano. Fare in modo che gli iPhone durino il più a lungo possibile è una parte importante di questo».

Ricordiamo infatti che il rallentamento degli iPhone entra in funzione solo in presenza di batterie degradate, non più idonee a sostenere i picchi di richiesta di energia per raggiungere le massime prestazioni. Infine le dichiarazioni di Apple offrono una prima indicazione temporale sull’arrivo delle funzioni che permetteranno agli utenti non solo di monitorare più accuratamente lo stato della propria batteria, ma anche se lo desiderano di disattivare il rallentamento di iPhone, anche se in questo caso e in presenza di batterie degradata si potrà andare in contro agli spegnimenti improvvisi del dispositivo. Cupertino informa che il tasto promesso fin da dicembre sarà introdotto in iOS 11.3 beta entro il mese di febbraio, mentre la versione definitiva per tutti sarà rilasciata in primavera.

Offerte Speciali

Super sconto su MacBook Pro 13″ 16/512 GB: risparmio da oltre 400 euro

Su Amazon è in forte sconto il nuovo MacBook Pro 13" in versione 16 GB RAM / 512 GG HD SSD. Lo pagate oltre 400 euro meno del prezzo Apple.
Pubblicità
Pubblicità

Seguici e aggiungi un Like:

64,835FansMi piace
93,821FollowerSegui