fbpx
Home Macity Voci dalla Rete Apple Glass più vicini, prototipi alla fase 2

Apple Glass più vicini, prototipi alla fase 2

Gli Apple Glass hanno appena fatto un passo avanti. Chiusa la prima fase di prototipazione, secondo le indiscrezioni sarebbe appena partita la fase due, il che significa non solo che si stanno facendo progressi ma che, se non si incontreranno intoppi lungo il tragitto, potremmo già indossarli entro l’anno.

L’analista Ming-Chi Kuo, che ci ha abituati a previsioni precise al millimetro, ne aveva infatti inizialmente ipotizzato la commercializzazione nel 2022, ritrattandola poi al 2021, in linea con quanto previsto da Jon Prosser, un altro “cecchino” delle anticipazioni nel mondo Apple. Si dice che possano arrivare sul mercato tra marzo e giugno 2021, con un prezzo a partire da 499 dollari per la versione più economica che prevede una montatura in plastica e l’assenza di lenti graduate.

prototipo apple glass produzione seconda fase

Il fatto che la produzione del prototipo di Apple Glass sia entrata nella fase due in realtà non ci dice molto perché non sappiamo a che punto si trova, né quanto durerà. E neppure quante altre ce ne saranno ancora. Ma se le tempistiche anticipate saranno rispettate, allora siamo a buon punto, anche perché secondo la fonte «Si sta progredendo verso una versione commerciale» degli occhiali.

Di che prodotto stiamo parlando? Difficile dirlo. Apple non è l’unica che ci starebbe lavorando: fino ad oggi non ne ha mai parlato pubblicamente e se non scappa nessuna fotografia dalle catene di produzione, sarà una sorpresa come lo fu Apple Watch, di cui si presumevano funzioni e caratteristiche, ma non fu possibile conoscerne il design fino a quando non lo ha mostrato al mondo attraverso un evento dedicato.

Per quel che ne sappiamo, dovrebbero montare un sensore LiDAR (lo stesso degli iPad Pro e che troviamo anche negli iPhone dell’ultima serie 12) per la scansione dell’ambiente circostante, ma niente videocamere, quindi non si potranno usare per scattare fotografie perché quel che vedono è un qualcosa di paragonabile alla visione computerizzata del mondo raccontato dalla trilogia Matrix (il che è un bene quantomeno per la privacy delle persone che finiscono davanti agli occhiali).

prototipo apple glass produzione seconda fase

Per il momento niente versione con lenti da sole, ma solo trasparenti e con la possibilità di avere la versione graduata – su prescrizione medica – per chi ha problemi di vista. Si dice che le informazioni saranno mostrate in sovrimpressione (nel gergo tecnico si dice “Realtà Aumentata”) su tutte e due le lenti e l’interfaccia si dovrebbe poter controllare tramite gesti con le mani. Il sistema infine sarà alimentato da una batteria che dovrebbe poter essere ricaricata tramite un sostegno in plastica incluso in confezione.

Si è parlato anche di una versione “Steve Jobs” e di Sony tra i collaboratori per la fornitura dei pannelli OLED. Nonostante le tecnologie incorporate, come gli occhiali tradizionali dovrebbero inoltre poter resistere ad acqua e polvere.

Un po’ come fu con iPhone, probabilmente fino a che non li vedremo non ci renderemo conto di quel che possono offrirci, dell’utilità che hanno e del perché dovremmo comprarli. Si dice che tra le tante funzioni ci sarà quella di poter confrontare i prodotti al supermercato, ma questa sarebbe soltanto la punta di un iceberg che ancora una volta potrebbe cambiare completamente le nostre vite, o rivelarsi un fallimento totale. A rispondere a quest’ultimo dubbio, sarà il mercato.

Offerte Speciali

MacBook Pro M1 pronta spedizione su Amazon

MacBook Pro M1 scontato a 1599 euro per la versione 512GB (uno solo disponibile)

Su Amazon per la prima volta va in sconto il MacBook Pro M1. Risparmiate 110 euro sul listino
Pubblicità
Pubblicità

Seguici e aggiungi un Like:

64,984FansMi piace
93,611FollowerSegui