Questo sito contiene link di affiliazione per cui può essere compensato

Home » Macity - Apple » Mondo iOS » iPad » Apple ha creato 600mila posti di lavoro e versato 8 miliardi di dollari agli sviluppatori

Apple ha creato 600mila posti di lavoro e versato 8 miliardi di dollari agli sviluppatori

Solamente nel 2012 negli USA Apple ha creato 600mila posti di lavoro ed ha versato agli sviluppatori di app più di 8 miliardi di dollari in royalties generate dalla vendita di app su App Store. Sono alcuni degli impressionanti numeri riportati sul sito Apple nella sezione dedicata al business generato da Apple negli USA, una pagina pubblicata per la prima volta l’anno scorso ed ora aggiornata con i nuovi dati e le stime elaborate da Analysis Group.

Dei quasi 600mila posti di lavoro, precisamente 598.500, 291.250 riguardano l’industria delle app, mentre i restanti 307.250 sono il totale dei lavori diretti e indiretti generati dal business di Apple. Così oltre ai 50.250 assunti direttamente da Cupertino, qui sono inclusi 257.000 posti di presso altre società che lavorano più o meno direttamente con Apple, come per esempio sviluppo e costruzione di componenti, ricercatori, ingegneri hardware e software ma anche personale di vendita, salute, trasporti e così via.

Solo negli USA Apple conta 26.000 dipendenti per la propria catena di negozi Apple Store, con 250 negozi in 44 stati e in media 100 persone assunte per ogni negozio, quasi tutte e tempo pieno. Apple dichiara di non ricorrere alle assunzioni stagionali e che i dipendenti part-time godono degli stessi benefici del personale a tempo pieno tra cui vengono citati l’assicurazione sulla vita e i piani di acquisto delle azioni riservati ai dipendenti. Impressionante poi la crescita di Apple negli ultimi anni: nel 2002 Apple contava 10.000 dipendenti che sono più che quadruplicati arrivando al totale di 50.250 nel 2012. Nel mondo Apple conta 80.000 dipendenti: nel 2012 Cupertino ha creato 5.000 posti di lavoro. Per realizzare il nuovo Campus sono stimati 7.000 nuovi posti di lavoro nel settore delle costruzioni.

L’ultimo dato riguarda l’assistenza clienti: al contrario di gran parte delle altre società IT Apple non ha trasferito all’estero i call center, una scelta che può dimezzare i costi di gestione, preferendo mantenere personale e strutture in USA per garantire una migliore esperienza per gli utenti. Per la gestione di AppleCare Apple dà lavoro a 10.000 persone in USA con 24 call center in 17 stati.

Per consultare tutti i dati della ricerca pubblicati da Apple è possibile partire da qui.
apple economy

Offerte Apple e Tecnologia

Le offerte dell'ultimo minuto le trovi nel nostro canale Telegram

Top offerte Apple su Amazon

Sconto boom, per MacBook Air M2 512GB 1199 €!

Su Amazon il MacBook Air da 15,4" nella versione da 512 GB con processore M2 va in sconto. Lo pagate 680 euro meno del nuovo modello, solo 1199€

Ultimi articoli

Pubblicità