Questo sito contiene link di affiliazione per cui può essere compensato

Home » Macity - Apple » iTunes, Music & Video » Apple Music cancella 122GB di musica dal Mac di un musicista, inediti inclusi

Apple Music cancella 122GB di musica dal Mac di un musicista, inediti inclusi

Pubblicità

Apple Music colpisce ancora e questa volta cancella circa 122 GB di musica dal Mac dello sfortunato James Pinkstone, un musicista che si è visto “rubare” anche brani originali da lui composti.

Ancora una volta è sotto accusa il funzionamento di Apple Music: il servizio di Apple analizza il database musicale dell’utente iscritto, e se non si sta abbastanza attenti, il sistema cancella dal Mac i brani conosciuti migrandoli sul cloud e liberando spazio; in più si preoccupa anche di cancellare i brani sconosciuti caricandoli direttamente su iCloud.

Se da una parte questo comportamento consente di guadagnare spazio su disco, come fa notare Pinkstone il funzionamento ha molte lacune: Apple non sempre riconosce correttamente i brani, spesso abbinando la musica contenuta su computer con brani scorretti: per esempio non è raro veder scambiato un raro brano dal vivo con il corrispettivo in studio. Il risultato è che ci si trova ad aver perso per sempre il brano originale, prima presente sul computer e magari difficile da recuperare nuovamente, sostituito su iCloud da un’inutile copia da studio.

Apple Music cancella 122GB di musica dal Mac di un musicista, inediti inclusi

Inoltre Apple Music si arroga il diritto di cancellare e appropriarsi anche di brani originali, come quelli composti da Pinkstone, che oltre a venir sottratti senza alcun diritto dal computer sono anche compressi e trattati durante il caricamento sul cloud: anche scaricandoli successivamente dal cloud la qualità della traccia non sarà mai quella originale.

Dopo questo disastro musicale, James Pinkstone è riuscito fortunatamente a recuperare tutta la sua musica da un backup fisico, ma l’artista mette in guardia da un futuro in cui le aziende si arrogano il diritto di tenere in ostaggio i nostri file: “Anche nella mia paranoia più orwelliana non avrei mai pensato che i detentori di contenuti, come Apple, avrebbero pure raggiunto il mio computer per portare via quello che già possedevo. Se Taxi Driver è su Netflix, oggi Netflix non arriva a casa tua e ti ruba il tuo DVD di Taxi Driver. Ma è proprio là che siamo diretti. Quando si tratta di musica, ci è Apple è già arrivata”.

Offerte Apple e Tecnologia

Le offerte dell'ultimo minuto le trovi nel nostro canale Telegram

Top offerte Apple su Amazon

I nuovi iMac con chip M3, Wi-Fi 6E e Bluetooth 5.3

Sconto del 24% su iMac M3, solo 1412 € per versione 8+10 core

Su Amazon va in sconto va al minimo l'iMac con processore M3 in versione base. Lo pagate 330 euro meno del suo prezzo di listino nella configurazione con 256 GB di disco, CPU 8-core e GPU 10-core, solo 1412 €, riobasso del 24%
Pubblicità

Ultimi articoli

Pubblicità