Questo sito contiene link di affiliazione per cui può essere compensato

Home » Hi-Tech » Futuroscopio » Apple studia indossabili da mettere al dito, alla caviglia o al collo

Apple studia indossabili da mettere al dito, alla caviglia o al collo

Non solo anelli intelligenti al dito ma anche cavigliere smart e collane hi-tech: Apple starebbe studiando nuovi dispositivi indossabili, non in sostituzione di Apple Watch e AirPods ma a loro complemento, così da raccogliere nuovi dati da integrare alle proprie piattaforme.

Ad esempio, nel corso degli ultimi anni sono già stati pubblicati talmente tanti brevetti su anelli Smart che rimane difficile credere che Apple non stia prendendo sul serio questo dispositivo. Tuttavia un altro recente brevetto autorizzato rende innegabilmente chiaro che dietro c’è in realtà molto di più di un semplice anello intelligente da mettere al dito.

AirPods 3, per Apple il Bluetooth un collo di bottiglia che limita le prestazioni

 

Il nuovo brevetto

Il “sistema elettronico con dispositivo ad anello” di cui appunto si parla nella nuova documentazione propone infatti un dispositivo dalla forma ad anello che non va necessariamente indossato al dito. Quello che ad Apple pare interessi è più semplicemente che «abbia una forma ad anello»: ma pare si possa indossare più in generale «su una parte del corpo dell’utente», tanto che negli esempi riportati si citano anche polsi, braccia, gambe, caviglie, collo e testa «o altre parte del corpo».

Chiaramente questa elevata generalizzazione serve anche per nascondere il reale impiego del dispositivo in fase di studio. Quello dell’anello al dito rimane il più papabile, anche perché Apple parla di un dispositivo «complementare» che potrebbe essere usato per rilevare i «gesti delle mani».

Apple studia indossabili per dita, caviglie e collane

Ipotesi

Difficile non vederlo quindi associato al Vision Pro come dispositivo di puntamento, tanto più che «un dispositivo ad anello può essere indossato per tutto il giorno, risultando quindi immediatamente disponibile». Ciò facilita le interazioni tra il dispositivo ad anello – dice Apple – e gli oggetti presenti nell’ambiente circostante.

«Consideriamo ad esempio uno scenario in cui un utente sta camminando attraverso un edificio: nel momento in cui entra in contatto con un articolo presente su uno scaffale, essendo questo dotato di tag NFC, potrebbe ricevere immediatamente informazioni sull’articolo».

Quando arriva

Ovviamente è ancora presto per parlare di un dispositivo pronto per il mercato: ma Apple pare ci stia lavorando così intensamente che cominciare a crederci non sembra essere poi troppo avventato.

Tutto sul mondo dei brevetti Apple e delle possibili novità in arrivo in questa sezione del nostro sito.

Offerte Apple e Tecnologia

Le offerte dell'ultimo minuto le trovi nel nostro canale Telegram

Top offerte Apple su Amazon

Amazon fa il "tre per due" su iPhone 13,  lo sconto è del 33%!

L’iPhone low cost è iPhone 13, minimo storico a 599 €

Incredibile super su Amazon per iPhone 13 da 128 GB. Lo pagate il 21% in meno del suo prezzo e risparmiate 160 €. Solo 599 €.

Ultimi articoli

Pubblicità