Caricatore RavPower con 3 USB e presa passante e rotante: la nostra prova

Macitynet prova il caricatore di RavPower dotato di 3 uscite USB e una presa Schuko passante: con struttura ruotabile di 180 gradi, si adatta a qualsiasi presa e riduce sensibilmente gli ingombri

Negli scorsi giorni abbiamo provato un caricatore di RavPower molto interessante in ottica di risparmio dello spazio. Sebbene infatti non sia piccolissimo (misura circa 12.5 x 5.5 x 3.5 centimetri) ci evita di collegare fino a tre alimentatori per i nostri dispositivi elettronici e grazie alla presa passante di fatto non occupa neanche la presa nella quale viene infilato.

caricatore ravpower

Com’è fatto

La cassa è in policarbonato di colore bianco. Non raccoglie le impronte e grazie alla satinatura non scivola via dalle mani. Strutturalmente è molto semplice: sulla facciata frontale spuntano le tre porte USB-A e la presa Schuko passante, sul lato basso c’è un LED blu che resta acceso per tutto il tempo (anche quando non vi è collegato alcun dispositivo) segnalandoci così l’effettiva presenza di corrente sulla presa. Se piace o no è soggettivo: di notte crea infatti il suo piccolo bagliore che illumina debolmente il punto della stanza in cui si trova.

La spina Schuko posteriore sporge quel tanto che basta per permetterci di infilare senza problemi l’intero accessorio nelle prese di casa, o di accompagnarlo ad un adattatore per convertire la spina in una di tipo – ad esempio – italiano. Il punto di forza è la possibilità di ruotare la spina di 180 gradi: in questo modo si può adattare il caricatore a qualsiasi presa, lasciando il giusto spazio agli elettrodomestici collegati alle prese adiacenti.

Come va

Abbiamo fatto un paio di prove con il nostro amperometro digitale per misurare la potenza massima delle prese USB. Sono tutte identiche tra loro, singolarmente erogano fino a 2A per porta mentre complessivamente non vanno oltre i 3.2 A, quindi nel caso si utilizzino tutte e tre insieme non si potrà ricaricare un tablet alla massima potenza (2A) mentre non ci sono problemi se ad esempio si collegano uno smartphone, una batteria d’emergenza e un paio di cuffie Bluetooth, oppure uno smartphone e un tablet lasciando la terza presa libera.

Conclusioni

I grovigli dei cavi non li elimina però riduce sensibilmente il numero di alimentatori collegati a una sola presa di corrente. Nella più completa della configurazioni si può alimentare un elettrodomestico e ricaricare tre dispositivi utilizzando i relativi cavetti, occupando pochissimo spazio sulla presa al quale è collegato.

L’unico neo è la presa Schuko: trovandoci in Italia avremmo preferito spina e presa passante compatibile con quelle del nostro paese.

Prezzo al pubblico

Il caricatore in prova di RavPower si compra su Amazon per 15,99 euro.