HomeHi-TechFuturoscopioConcept iTune...

Concept iTunes 12: il futuro è nel flat design

 Mancano meno di due settimane alla WWDC 2014, evento che si terrà il 2 giugno al consueto Moscone Center di San Francisco durante il quale Apple dovrebbe presentare diverse novità, tra cui il nuovo sistema operativo Mac OS X 10.10. La rivoluzione grafica di iOS 7, nonostante l’iniziale diffidenza della maggior parte degli utenti verso la grafica minimale, è piaciuta a tutti: attualmente stona un po’ con quella del Mac OS X, che è pressoché la stessa da tanti anni. Pur trattandosi di due ambienti completamente diversi, c’è chi ha già provato ad immaginare un OS X 10.10 caratterizzato dal flat design, avvicinandosi molto alla grafica del nuovo sistema operativo mobile di iPhone e iPad.

A continuare a farci sognare su quello che potrebbe essere un sostanziale cambiamento grafico è Brye Kobayashi, designer delle Hawaii classe ’94 realizzando un interessante concept incentrato esclusivamente sulla nuova versione di iTunes 12. Diversamente da altri concept a cui siamo abituati, questo è ben studiato visto che, come si evince dalla pagina del suo blog, non mira soltanto a cambiarne la grafica, ma lo semplifica e lo rende ancora più intuitivo, proprio come nello stile di Apple.

Dando uno sguardo alle varie versioni di iTunes rilasciate negli anni, non è cambiato poi molto: Brye ha analizzato l’ultima segnalando alcune caratteristiche che andrebbero migliorate o totalmente cambiate, come ad esempio il menù a tendina per cambiare librerie poco intuitivo, la Home Page dello store disordinata ed in generale una confusione generata dalla fusione del nuovo design con il vecchio (prendendo come esempio la schermata degli album nella libreria).

iTunes 12

Pianificando una fusione tra la versione di iTunes su iPhone con quella attuale del Mac OS X e volgendo le intenzioni verso un software caratterizzato da flat design, Brye ha realizzato l’interfaccia grafica di quello che potrebbe essere il futuro iTunes 12, o almeno quello che probabilmente molti vorrebbero che fosse. Decisamente molto più semplice, il concept suddivide il software in tre aree: un menù sulla sinistra dove troviamo il player musicale ed il relativi controlli insieme alle liste ed agli altri elementi del menù a tendina precedentemente citato, una barra superiore per la gestione delle schede, la ricerca e poco altro, ed un’ampia area centrale dove visualizzare di volta in volta i contenuti selezionati durante l’utilizzo del software.

Oltre alla libreria, che risulta molto più ordinata ed al contempo più semplice da gestire, anche l’iTunes Store viene visibilmente migliorato, riducendo all’osso le funzioni e le caratteristiche più interessanti, insieme alla sezione di gestione dei dispositivi collegati molto più in linea con il design piatto di iOS 7.

Offerte Speciali

Recensione Apple MacBook Pro 14 2021, la nostra prova su strada

Su Amazon MacBook M1 Pro 14″, 16 GB 1899 €, risparmio di 500€ rispetto al modello con processore M2

Su Amazon comprate in sconto del 15% il MacBook Pro 14" con processore M1 Pro. Risparmio da 500€ rispetto al modello con processore M2
Pubblicità

Ultimi articoli

Pubblicità