Il consorzio per la domotica Z-Wave Alliance raggiunge 600 membri e 2100 prodotti certificati

Crescita notevole per le aziende che aderiscono al consorzio Z-Wave: grazie all'aumento di prodotti certificati e all'espansione su tutti i mercati le prospettivi dello standard interoperabile sono sempre più rosee.

Statistiche di metà anno per Z-wave Alliance il consorzio che vede riuniti dal  2015 le principali aziende che si occupano di domotica e che utilizzano lo standard di comunicazione senza fili a basso consumo e comunicazione mesh. Il consorzio che vede tra i suoi membri Fibaro, LG, Smart Things (Samsung) e ovviamente il produttore di chip (su cui i prodotti sono basati) Sigma Designs.

Le prospettiva di crescita di Z-wave sono eccellenti sia per il numero crescente di membri che aderiscono al consorzio con un aumento del 60% ed un totale di 600 diverse aziende sia per il numero di prodotti certificati che ha raggiunto il traguardo di 2100.

Nel 2017 il 98% delle nuove certificazioni hanno riguardato prodotti Z-Wave Plus e questo ha portato il numero complessivo dei prodotti compatibili con la versione potenziata del protocollo a circa la metà di tutto il parco di dispositivi disponibili: ricordiamo che Z-Wave Plus aumenta la qualità, la portata del segnale trasmesso, introduce nuovi livelli di sicurezza e aumenta inoltre la facilità di installazione e gestione dei sistemi Z-wave.

Z-Wave alliance
Alcuni dei marchi presenti nel consorzio Z-wave

L’espansione di Z-Wave ha ha visto una continua crescita dei differenti settori del mercato sia per quanto riguarda o sistemi di sicurezza che i servizi forniti dalle aziende di telecomunicazione e di gestione energetica (si pensi ai dispositivi dell’italiana Alyt promossi da Edison Energia). Dal gennaio 2017 si sono aggiunte a  Z-Wave Alliance oltre 150 Aziende tra grandi compagnie, startup, system integrator.

Avere a disposizione oltre 2100 periferiche compatibili e interoperabili basate su uno standard domotico è inoltre la garanzia della capacità del protocollo di servire qualsiasi tipo di esigenza nel campo dell’automazione della casa, del confort domestico, del controllo dei consumi e della sicurezza. Dall’altra parte il consorzio ha istituito anche una classe di installatori certificati che possono risolvere i problemi della gestione di grandi sistemi complessi che vadano oltre la semplice gestione della casa assicurata dalla moltitudine di gateway domestici e di periferiche con installazione fai-da-te: per questi è stato creato un toolkit per installatori certificati e al momento ci sono 175 di questi inseriti nell’elenco disponibile presso il sito di Z-wave Alliance.