Entro l’anno in arrivo gli abbonamenti sull’app TV di Apple

Entro l’anno Cupertino potrebbe introdurre abbonamenti su app TV per iOS e Apple TV: all’interno dell’app gli utenti potrebbero sottoscrivere abbonamenti per i vari servizi, e chissà che anche Netflix ceda alla tentazione

Entro l’anno l’app TV di Apple sarà potenziata, sia su iOS che su Apple TV. Lo riferisce Bloomberg, secondo cui Cupertino inserirà la possibilità di stipulare abbonamenti direttamente dall’app.

Secondo il rapporto, Apple prevede di offrire abbonamenti a servizi video direttamente attraverso l’app TV. Non si ha una finestra temporale di lancio ben precisa, ma come riferisce Bloomberg, la mossa potrebbe arrivare entro quest’anno, e servirebbe a collegare le varie piattaforme Apple che esistono già oggi, incoraggiando i clienti ad abbonarsi tramite l’app TV di Apple. Sarebbe la prima volta per Cupertino, che inizierebbe a vendere abbonamenti a servizi video attraverso la propria applicazione. Questo faciliterebbe la vita degli utenti, che per ottenere gli abbonamenti non dovranno più scaricare le singole applicazioni da App Store.

Al momento, quando i clienti si abbonano a servizi terzi attraverso app scaricate da App Store, Apple guadagna delle percentuali; viceversa, nessun guadagno entra ad Apple quando, ad esempio, gli utenti pagano Netflix, o servizi simili, direttamente dalle pagine web di queste società terze. Con la nuova mossa, invece, i clienti potrebbero acquistare gli abbonamenti direttamente dall’app TV, così da avere margini di guadagno da questi acquisti canalizzati attraverso la propria app.

abbonamenti su app TV

Al momento, sebbene l’app TV riesca ad aggregare i contenuti da vari fornitori, come film e show televisivi, non propone strumenti per acquistare i vari abbonamenti. Inoltre, gran parte dei servizi visibili all’interno di app TV richiedono proprio un abbonamento per la corretta visualizzazione: sembra allora naturale, che la stessa app TV permetta di acquistare gli abbonamenti.

Bloomberg rileva che l’app TV, inoltre, è un aggregatore nel quale non è possibile prendere direttamente visione dei vari streaming video, che invece vengono avviati dalle rispettive app cui TV rimanda. Questo meccanismo potrebbe in futuro cambiare, e gli utenti potrebbero prendere visione dei flussi video dei vari streaming direttamente dall’app TV di Apple.

Ad oggi, l’applicazione TV include contenuti da Hulu, HBO Now, Crunchyroll, e applicazioni dvideo-on-demand, tra cui ESPN, mentre Netflix rimane uno dei principali esclusi. Se Apple deciderà di inserire all’interno dell’app TV metodi per far abbonare i clienti, Netflix potrebbe finalmente cedere e inserire la propria piattaforma all’interno dell’applicativo made in Apple.