Giappone, le Nissan Leaf donano vecchie batterie ai lampioni stradali

Con il progetto “The Reborn Light” a Namie, in Giappone, i lampioni stradali saranno alimentati da batterie di seconda vita delle Nissan LEAF e da pannelli solari.

Nissan e la sua affiliata 4R Energy Corporation hanno collaborato con la città di Namie, in Giappone, per installare nuovi lampioni stradali wireless sostenibili che saranno alimentati da una combinazione di batterie di seconda vita dell’auto elettrica Nissan LEAF e da pannelli solari.

Il progetto “The Reborn Light” (“La luce rigenerata”) prevede la fornitura ai residenti di Namie di illuminazione pubblica sostenibile e autoalimentata che è stata sviluppata per prevenire i black out verificatisi in seguito al terremoto e allo tsunami dell’11 marzo 2011. Questo programma utilizza il crescente numero di batterie di seconda vita delle auto elettriche che diventeranno disponibili con l’aumento della popolarità e della diffusione dei veicoli elettrici in tutto il mondo.

Nissan e 4R hanno creato un nuovo tipo di illuminazione per esterni che funziona separatamente rispetto alla rete elettrica principale, senza necessità di cavi o prese elettriche. Un prototipo verrà testato il 26 marzo presso lo stabilimento di rigenerazione delle batterie 4R di Namie, con l’installazione completa a partire dall’anno fiscale 2018 con inizio il 1 aprile. Altri dettagli a questo indirizzo.