Gli acquisti in-app tirano, la pubblicità è snobbata dall’80% degli utenti

Gli utenti mobile spendono di più con gli acquisti in-app rispetto alle app a pagamento ma il comportamento cambia in base all’età. Poco efficace invece la pubblicità nelle app

buy mobile user icon 700
[banner]…[/banner]

Gli utenti mobile spendono di più con gli acquisti in-app rispetto alle app a pagamento ma emergono differenze importanti in base all’età, poco efficace invece la pubblicità, snobbata dalla stragrande maggioranza degli utenti. Le abitudini di acquisto degli utenti di dispositivi mobile sono analizzati in una nuova ricerca di mercato Gartner, realizzata intervistando oltre 3.000 utenti tra Stati Uniti, Regno Unito e Cina.

Per quanto riguarda la spesa complessiva con gli acquisti in-app gli utenti dichiarano di spendere 9,20 dollari in tre mesi, contro i 7,40 dollari per le app a pagamento, quindi il 24% in più per il modello freemium. Anche se il successo repentino e planetario del modello freemium ha già ampiamente dimostrato l’efficacia delle app gratuite con acquisti in-app, lo studio rileva alcuni dati interessanti, soprattutto per quanto riguarda le diversità di comportamento in base alle fasce di età.

acquisti in-app Gartner 2016
Gli acquisti in-app sono preferiti dagli utenti più giovani nelle fasce di età tra 18 e 24 anni e anche tra 25 e 34 anni. In generale tutti gli utenti spendono di più con gli acquisti in app ma la somma totale cala per gli utenti nella fascia tra 35 e 44 anni, più abituati al modello di acquisto tradizionale con app a pagamento.

In generale il modello freemium permette di provare prima le funzioni e, quando l’utente apprezza ed è sicuro del software, è più invogliato ad effettuare acquisti in-app. In ogni caso gli analisti consigliano agli sviluppatori di includere sia acquisti in-app per singole funzioni aggiuntive, ma anche una formula di pagamento in-app unica che sblocca tutte le funzioni del software, preferita da diversi utenti nelle fasce di età intermedie.

La ricerca rileva invece la scarsa attenzione degli utenti per la pubblicità all’interno delle app: solo il 20% dichiara di cliccare spesso sugli spot pubblicitari mostrati all’interno dei software, mentre gli spot sono snobbati da ben due terzi del totale.

acquisti in-app ok