Home Macity Futuroscopio Il grafene rivoluzionerà l’elettronica: già interessate Apple, Samsung e Google

Il grafene rivoluzionerà l’elettronica: già interessate Apple, Samsung e Google

Il grafene è una materiale che promette rivoluzionari sviluppi nel campo dell’elettronica e dei dispositivi digitali: a questo materiale, al suo impiego e ai brevetti relativi sono già da tempo interessate Apple, Samsung, Google e anche altri colossi dell’industria ICT.

Grazie al grafene sarà possibile creare cellulari con autonomia di una settimana che si ricaricano in 15 minuti, automobili elettriche in grado di ricaricarsi in una frazione del tempo ora richiesto dalle batterie tradizionali. Non solo: il grafene è considerato dagli esperti come il materiale perfetto per produrre schermi pieghevoli, per ridurre le dimensioni dei circuiti, per integrare sensori nei tessuti e nei vestiti e altro ancora. Tra le possibilità ipotizzate c’è addirittura quella di poter creare un tablet ripieghevole che si trasforma in smartphone.

Alcune delle future applicazioni rese possibili dal grafene risultano così avveniristiche che sembrano fuoriuscire da un racconto di fantascienza, ma le ipotesi fin qui descritte non sono il frutto della fantasia di un romanziere bensì le previsioni di scienziati ed esperti, riportati da Bloomberg, che in alcune università e centri di ricerca in Regno Unito, Corea e USA stanno studiando il grafene e il suo possibile impiego su larga scala.

Il grafene è ottenuto dalla grafite, il materiale contenuto nelle matite, solo disposto a livello molecolare con lo spessore di un singolo atomo. Le qualità sono sbalorditive: conduce l’elettricità 100 volte più velocemente del silicio, è più duro del diamante, più resistente dell’acciaio e più flessibile della gomma inoltre è trasparente. Tutte queste qualità promettono sviluppi sensazionali nel campo dei chip e dei processori, delle memorie, degli schermi, nelle batterie e di conseguenza per computer, smartphone, tablet e qualsiasi altro dispositivo digitale, fino ad arrivare ai dispositivi indossabili.

Non sorprende così che Apple, Samsung, Google ma anche altri colossi ICT siano già da tempo interessati a questo materiale e ad assicurarsi brevetti e licenze per il suo impiego. “La nostra tecnologia chiave del grafene sta ricevendo un notevole interesse da parte di imprese tra cui Apple, Samsung e persino Google” ha dichiarato Hong Byung Hee, professore dell’Università di Seul che ha sviluppato e depositato un brevetto per la produzione su larga scala di schermi al grafene. Tra i colossi IT quello che sembra in vantaggio sul grafene rispetto alla concorrenza è Samsung con 405 brevetti in Regno Unito e 38 brevetti in USA. Apple ha depositato 2 brevetti sul grafene.

[youtube id=”WFacA6OwCjA” width=”620″ height=”360″]

grafene concept 800 ok

Offerte Speciali

iPad Air 256 GB Wi-Fi e 64 GB cellular: scontatissimi su Amazon i modelli 2020

Su Amazon trovate in sconto iPad Air Cellular da 64 GB e iPad Air Wi-Fi da 256 GB con ribassi oltre il 14% e spedizione immediata.
Pubblicità
Pubblicità

Seguici e aggiungi un Like:

64,767FansMi piace
90,957FollowerSegui