Il primo passo sulla luna fu descritto da Armstrong attraverso le cuffie Plantronics

Se le immagini iconiche della luna sono state riprese da una Hasselblad anche le parole che arrivavano in diretta dal primo uomo a passeggiare sul satellite avevano bisogno di uno strumento avanzato che si nascondeva dietro la Snoopy Cap.

Il primo passo sulla luna fu descritto da Armstrong attraverso le cuffie Plantronics

Giorni di ricordi e di ricostruzione di emozioni ma anche di tecnologie che hanno permesso 50 anni fa ad un terrestre di imprimere le sue inpronte sul suolo lunare.

Questa settimana in cui ricorre il 50° anniversario del primo atterraggio sulla luna, POLY – azienda che riunisce le realtà di Plantronics e Polycom – ha celebrato il proprio ruolo centrale  in quell’evento storico. Il 21 luglio 1969, alle 02:56:56:15 UTC, le prime celeberrime parole di Neil Armstrong sulla luna furono trasmesse attraverso la cuffia Plantronics MS50: “Questo è un piccolo passo per [un] uomo, un grande balzo per l’umanità”.

Poly ci ricorda che Plantronics MS50 costituiva la componente hardware dell’iconica Communications Carrier Assembly (CCA) – nota come Snoopy cap – indossata da Neil Armstrong, Edwin “Buzz” Aldrin e Michael Collins, e includeva archetto, microfoni e ricevitori. 

Le cuffie Plantronics MS50 erano state inizialmente fornite ai piloti di linee aeree commerciali nel 1962, prima di essere inserite in un casco da astronauta da Pacific Plantronics (diventata poi Plantronics, Inc. ed oggi Poly).

Il primo passo sulla luna fu descritto da Armstrong attraverso le cuffie Plantronics

Come per tante parti del progetto complessivo che accelerò in maniera esponenziale il raggiungimento di un risultato che sembrava lontano,  Il team POLY e la NASA impiegarono solo 11 giorni per creare un microfono funzionante, con funzioni di cancellazione del rumore, che fu quindi utilizzato in tutte le missioni Gemini, Apollo e Skylab. 

Lo “Snoopy Cap” è il soprannome dato al tappo che incorpora il sistema di comunicazione (CCA) – che gli astronauti indossarono per quasi tutto il tempo di volo – per la sua somiglianza con il famoso personaggio del fumetto dei Peanuts.

Il primo passo sulla luna fu descritto da Armstrong attraverso le cuffie Plantronics

Le cuffie per aviazione commerciale Plantronics MS50 sono state utilizzate dai piloti per oltre 40 anni e, con l’approvazione della Federal Aviation Administration, è stata sviluppata una versione modificata per i controllori del traffico aereo. Da allora, Poly ha sviluppato una gamma completa di prodotti di comunicazione consumer e business e le sue cuffie, telefoni fissi e soluzioni per conferenze audio e video sono utilizzate in tutto il mondo.

Il primo passo sulla luna fu descritto da Armstrong attraverso le cuffie Plantronics

Paul Clark, Senior Vice President e Managing Director EMEA di Poly, ha commentato: “L’allunaggio dell’Apollo 11 non è stato solo un evento fondamentale nella storia dell’esplorazione spaziale, ma anche un momento cruciale per Poly. Attraverso la nostra attenzione alla ricerca e sviluppo stiamo dando vita a tecnologie di comunicazione leader a livello mondiale che alimentano la connessione e la collaborazione umana – ideali anche per coloro che svolgono attività mission-critical nella vita quotidiana“.

Nell’immagine di apertura trovate la foto dell’astronauta Wally Schirra che fu tra i primi ad indossare, alla fine del 1962, la prima versione delle Plantronics MS50 rivista per la NASA. Fu utilizzata per il lancio di Mercury Atlas 8 che fece 6 orbite attorno alla terra. Quella versione fu poi modificata e adattata per i piloti di linee commerciali, per i controllori di volo e la sua evoluzione per gli fu usata da Armstrong in quello storico giorno di 50 anni fa.