Questo sito contiene link di affiliazione per cui può essere compensato

Home » Hi-Tech » Futuroscopio » Indiscrezione: Apple tratta con AMD

Indiscrezione: Apple tratta con AMD

Apple sta trattando con AMD per acquistare alcuni dei processori della casa di Sunnyvale. L’indiscrezione rimbalza da AppleInsider che cita a sostegno di essa l’avvistamento di manager e rappresentanti di AMD nei pressi e dentro il campus di Cupertino.

Persone a conoscenza dei fatti avrebbero riferito di prototipi Mac con in dotazione processori AMD e che l’iniziativa in corso avrebbe lo scopo specifico di valutare le prestazioni delle componenti AMD in funzione del rilascio di macchine dotate di esse.

Secondo AppleInsider Apple avrebbe deciso di dare il via alle trattative con AMD per varie ragioni di cui la prima sarebbe la volontà di slegarsi da un rapporto troppo stretto, quello con Intel, che in precedenza ha privilegiato Apple ma che ultimamente sembra avere dato più di qualche problema a Cupertino. L’ultimo di questi sarebbe stata la scarsità di processori che avrebbe ritardato il lancio dei MacBook Pro; sul piatto anche le questioni legali tra Nvidia e Intel che stanno obbligando Apple a rinunciare ad un partnership con Nvidia per la produzione di macchine dotate di chipset che avevano dato buoni risultati in termini di rapporto tra prestazioni, costo e consumi. Apple da AMD potrebbe ottenere chipset integrati con tecnologie ATI (di proprietà di AMD stessa) più efficienti delle soluzioni possibili in questo momento. Per altro le schede GPU integrate di AMD sono di gran lunga superiori a quelle di Intel che in questo campo non ha mai brillato particolarmente.

Ma a parte la partnership sul piano dei chipset e delle GPU non si vedono altri motivi realmente validi per un accordo nel settore delle CPU. Attualmente AMD non ha molti prodotti in grado di competere con quelli di Intel sul piano delle prestazioni; le uniche soluzioni di rilievo sono nel settore dei server. Per quanto riguarda desktop e macchine portatili, i due settori dove Apple ha la stragrande maggioranza del suo business, l’architettura Core è al momento difficilmente attaccabile sotto il profilo di consumi e prestazioni.

Sembra più credibile l’idea paventata nella parte finale dell’articolo dove si fa cenno alla possibilità di sfruttare il know how di AMD e le sue tecnologie per la produzione di processori ipercustomizzati e marchiati Apple. AMD potrebbe essere interessata a modificare suoi processori se non a realizzarne di specifici per la Mela; rispondendo alle richieste di un cliente tanto prestigioso la società d Sunnyvale otterrebbe una enorme visibilità.

Un’occasione importante è offerta dalla piattaforma Fusion che collocherà in un solo package GPU e CPU, dando vita ad un processore in grado di accelerare nativamente le funzioni 3D; una simile CPU ibrida in un universo dove il sistema conta sempre più anche sulle prestazioni della GPU per svolgere calcoli complessi e per le operazioni svolte solitamente dalla sola CPU e dove Apple punta molto su tecnologie ad hoc come Grand Central Dispatch e OpenCL, un’alleanza con AMD potrebbe essere molto interessante.

Come giustamente dice AppleInsider: “Se AMD riuscisse a dare una CPU con l’80% delle prestazioni di quelle Intel al 60% del costo e una GPU a prestazioni e sofistificazione superiore, non sarebbe sorprendente vedere Apple mettersi al lavoro per adottare le componenti di AMD su tutta la gamma Mac entro un anno o due”.

Offerte Apple e Tecnologia

Le offerte dell'ultimo minuto le trovi nel nostro canale Telegram

Top offerte Apple su Amazon

Sconto boom, risparmio da 630€ per MacBook Air 512GB M2 15,4 rispetto ad M3

Su Amazon il MacBook Air da 15,4" nella versione da 512 GB con processore M2 va in sconto. Lo pagate 630 euro meno del nuovo modello, solo 1249€

Ultimi articoli

Pubblicità