HomeNewsIntegrazione Apple: condivisione e connettività

Integrazione Apple: condivisione e connettività

Nella ricerca di dispositivi che ci accompagnino nella nostra vita privata e lavorativa possiamo prendere in considerazione diversi aspetti. Prestazioni, autonomia e portabilità sono spesso in cima alla nostra lista, in alcuni casi è però utile provare a guardare le cose da un altro punto di vista. Ad esempio dal punto di vista della condivisione e connettività.

Iniziamo da AirPlay: come funziona?

Una degli strumenti di connettività più utilizzati nei dispositivi Apple è AirPlay. AirPlay ci permette di inviare audio e/o video di iPhone, iPad e Mac su periferiche esterne in modalità wireless.

Molti di noi la utilizzano quotidianamente per riprodurre musica su casse o impianti stereo bluetooth ma AirPlay, in un mondo dove lo smart working non è più l’eccezione ma spesso è la regola, può avere un forte impatto anche sulla nostra produttività.

Immagina quanto potrebbe cambiare il tuo modo di lavorare se potessi portare il tuo MacBook sulla tua scrivania e estendere lo schermo del Mac su un secondo monitor senza doverlo connettere con cavi e adattatori. Oppure di allungarti sul tuo divano e vedere sul televisore di casa la scrivania del Mac che è appoggiato sulle tue gambe.

Per fare questo ti basterà collegare una Apple TV al tuo televisore per permetterti di sfruttare AirPlay con il tuo Mac, iPad e iPhone.

Tutti i passaggi per utilizzare AirPlay sui tuoi dispositivi sono descritti da Apple nell’apposita pagina del supporto.

Passare file e documenti con un click. Ecco come funziona AirDrop

Proviamo a pensare a tutte quelle volte in cui abbiamo avuto la necessità di trasferire un file, una foto, un contatto da un nostro dispositivo a un altro. Quanti stratagemmi ci siamo inventati? “Mi invio una mail” è forse una delle soluzioni più attuate, ma non è quella più pratica ed efficace. Questa soluzione è un boomerang, non solo perché una mail inviata a se stessi ricorda proprio il lancio di un boomerang, ma anche perché non è pratico. Infatti richiede diversi passaggi, intasa la nostra casella di posta e se i file sono pesanti può richiedere anche parecchio tempo.

Con AirDrop inviamo i nostri documenti, anche molto grandi, attraverso una connessione wireless diretta tra dispositivi in pochi istanti. Possiamo utilizzare AirDrop tra Mac, iPad e iPhone per passare qualsiasi tipo di file da un dispositivo a un altro, a noi stessi o a altri.

Per utilizzare AirDrop bisogna essere a distanza di qualche metro, quindi se non siamo nella stessa stanza forse la mail rimane una delle opzioni da valutare, ma negli altri casi questa soluzione, oltre a farci risparmiare parecchio tempo, ci aiuta a mantenere le nostre caselle di posta un po’ più leggere.

Anche sull’utilizzo di AirDrop Apple offre guide dettagliatissime sia per macOS sia per iOS.

Come funziona iCloud Drive per la condivisione di file e cartelle

iCloud è uno strumento che quasi tutti gli utenti Apple utilizzano ma che per molti nasconde funzioni in grado di stravolgere (positivamente) l’esperienza di utilizzo di tutti i giorni. Una di queste è iCloud Drive.

iCloud Drive si attiva dalle impostazioni di iCloud e permette alle app dei nostri dispositivi di salvare i file e i documenti che creiamo in un unica posizione, ovvero in cloud, per permetterci di poterli consultare (e spesso modificare) da qualsiasi dispositivo.

Il grande valore aggiunto di iCloud Drive lo troviamo però nelle impostazioni di macOS. Infatti entrando nelle preferenze di iCloud del nostro Mac, scopriamo che iCloud Drive presenta sulla destra un pulsante “Opzioni…”. Aprendo le opzioni di iCloud Drive vedremo una serie di applicazioni. Da qui possiamo selezionare a quali delle nostre app consentire l’utilizzo del nostro spazio virtuale. In cima a questa lista c’è una voce diversa da tutte le altre. Questa voce è “Cartelle Documenti e Scrivania” e presenta l’icona del nostro Finder. Spuntando questa opzione accadrà qualcosa di magico: la nostra scrivania e la nostra cartella documenti del Mac verranno trasferite sulla nuvola per permetterci di raggiungerle anche da iPad e iPhone. In questo modo potremo avere sempre tutto il nostro mondo digitale a portata di mano.

iCloud ci permette anche di condividere file e cartelle con chi desideri. È sufficiente cliccare col tasto destro sulla cartella che desideri condividere e selezionare “Condividi > Condividi file”. Dalla schermata che appare in seguito potrai invitare chi vuoi semplicemente inserendo il suo Apple ID.

Queste sono solo tre delle funzioni di connettività e condivisione che possiamo utilizzare sui dispositivi Apple. Se vuoi conoscere meglio queste e altre funzionalità dei dispositivi Apple dai un’occhiata alla pagina dei nostri corsi.

Il mondo Apple non avrà più segreti per te!

Offerte Speciali

Su Amazon torna Mac mini M1 in pronta spedizione

Mac mini M1 256 GB a 617 €, minimo storico con sconto del 25%!

In offerta con sconto del 25% su Amazon il più recente Mac mini con processore M1 con SSD da 256 GB. Lo pagate solo 617 €, il minimo assoluto mai visto per questo computer
Pubblicità

Ultimi articoli

Pubblicità

Iguida

Faq e Tutorial