Intel assume un mago dell’hardware Apple e il chip architect di Xbox

In Intel arrivano due importanti personalità, tutte e due hanno lavorato in Apple e potrebbero essere rilevanti nello sviluppo delle prime GPU discrete del colosso dei processori

Intel mostrerà l’Ice Lake a 10nm e l’Intel Core i9-9900KS in grado di attivare tutti gli otto core a 5GHz

Intel ha assunto John Sell, chief architect responsabile della prossima generazione di chip per la console di Microsoft, personalità di rilievo che ha contribuito alla creazione di chip per Xbox One, Xbox One X e per Project Scarlett, nome in codice della Xbox di nuova generazione in arrivo nel 2020.

Il produttore di CPU nel 2017 ha assunto Raja Koduri, ingegnere che per anni ha lavorato con Apple e AMD (si è occupato, tra le altre cose, dei display Retina dei Mac) e a giugno dello scorso anno ha fatto sapere che la sua prima GPU discreta arriverà sul mercato nel 2020. Sell risponderà a Koduri e si occuperà di sicurezza. Ha lavorato 14 anni per Microsoft progettando SoC (system-on-chip) per la divisione gaming hardware della multinazionale di Redmond ma ha anche lavorato per 3DO (console presentata negli anni ’90) e Apple.

Anche Manisha Pandya dopo dieci anni in Apple arriverà in Intel. La donna si occuperà di guidare vari team che si occupano di tecnologie hardware. Tra questi, vi sono i responsabili delle funzionalità power delivery per tutti i prodotti Apple, gruppi che si occupano di sensori, batterie, vari proprietà intellettuali di sistemi analogici e altri sistemi personalizzati in silicio. Anche questa dirigente farà parte dello staff di Koduri, con responsabilità di tecnologie chiave che dovremmo vedere nelle future GPU discrete di Intel. All’inizio di quest’anno il produttore ha promesso “grafica foto realistica” come parte dei suoi target futuri, con l’obiettivo di “portare le GPU su un livello del tutto nuovo per gli utenti finali”.

Intel ha presentato la 10a generazione di processori a 10nm

“Ci stiamo imbarcando verso prodotti e una tabella di marcia con una leadership tecnologica ed è fondamentale continuare a investire in persone, sia internamente sia esternamente”, ha dichiarato Koduri, spiegando di essere “felicissimo” di avere John Sell e Manisha Pandya tra i team con ruoli chiave di leadership, puntando verso la strategia di Intel di crescita a lungo termine.

In concomitanza dell’ultima Electronic Entertainment Expo, meglio conosciuto con il nome di E3, una fiera di videogiochi per console e computer organizzata annualmente, Intel ha parlato di “leadership prestazionale” nel settore, spiegando che il gioco sta passando rapidamente al cloud e che l’obiettivo di rendere il PC il dispositivo migliore su cui giocare richiede molto di più di semplici prodotti per guidare l’innovazione del settore.

«l fatto che Intel possa contare su sviluppo hardware, abilitazione software e collaborazioni di ampia portata» ha dichiarato John Bonini, Vice President e General Manager VR, Gaming and Esports Group di Intel Corporation, «Ci pone nella posizione ideale per rendere sempre più innovativo il gaming su PC, preservando al contempo l’ecosistema open, caratteristico di questo settore».