fbpx
Home Macity AggiornaMac Mac Bundle Stacksocial, bundle da 13$ con MacFlux incluso ancora 24 ore

Mac Bundle Stacksocial, bundle da 13$ con MacFlux incluso ancora 24 ore

Il Mac Bundle di Stacksocial [sponsor] è stato prolungato di qualche ora; doveva terminare l’altro ieri, ma per via del successo conseguito durerà fino a domani mattina. La particolarià di questio pacchetto, è che ha un prezzo variabile: si tratta di 9 tra le più apprezzate utility e software per Mac ad un prezzo che decidiamo noi. Il valore di listino totale è di 340 dollari: chi paga meno di 13,07 dollari (cioè meno di 10 euro) ottiene 6 delle 9 app disponibili: iDocument, Jaksta, skEdit, iClip, Sparbox e MacCleanse 3, ma è è sufficiente pagare pochi centesimi più della media per ottenere il pacchetto completo di 9 app che include anche MacFlux 4, Typinator 5 e ForkLift 2. Ricordiamo che il 10% di quello che decidiamo di pagare verrà versato a una organizzazione no profit a nostra scelta tra la Electronic Frontier Foundation per la difesa dei diritti dei cittandini del web e la libertà digitale, StandUp To Cancer per la lotta contro il tumore oppure a charity:water impegnata a portare l’acqua potabile e pulita alle popolazioni più bisognose del pianeta.

Qui di seguito riportiamo l’elenco delle 9 app con una sintesi delle funzioni principali, cominciando dalle prime 6 sempre incluse indipendentemente dal prezzo proposto dall’utente:
Mac Bundle StacksocialSkEdit (30 dollari) è un software facile da usare per creare e mantenere siti web: integra tutte le funzioni principali come il suggerimento per il codice, l’integrazione FTP/SFTP, l’integrazione con Subversion e il supporto per 13 linguaggi tra cui HTML, CSS, PHP, Cold Fusion, Ruby, SQL e molti altri ancora, in ogni caso è possibile aggiungerne altri e anche di personalizzare la sintassi.

Jaksta Music Converter (20 dollari) è uno dei più apprezzati software per gestire, creare e convertire tutti i principali formati di file audio. Tra le numerose funzioni integrate ricordiamo la possibilità di ottenere file MP3 a partire dai file video, la creazione di suonerie, il supporto integrato per iTunes e per tutti i dispositivi mobile della Mela. All’interno di Jaksta tutti i parametri principali per lavorare sui file audio (come bitrate, qualità audio, compressione e così via) sono già impostati per evitare grattacapi e velocizzare le operazioni. Gli utenti più esperti che preferiscono scegliere personalmente le impostazioni possono comunque farlo impostando i parametri come desiderato e salvali per utilizzarli più volte.

MacCleanse 3 (20 dollari) permette di liberare spazio sul disco fisso e rimuovere i file non più indispensabili. In pochi secondi MaCleanse svolge circa 50 operazioni che a mano richiederebbero un’ora del nostro tempo, tra cui la ricerca e la cancellazione di cache, registri, cookies, la hisory e così via. Tra le funzioni principali ricordiamo la ricerca e l’eliminazione di vecchi elementi per PowekPC, ricerca ed eliminazione delle immagini disco dimenticate, l’individuazione dei file doppi, la possibilità di programmare gli scan e la pulizia automatici.

iDocument (50 dollari) velocizza e migliora la gestione centralizzata di tutti i documenti e il loro recupero. Questa utility crea una raccolta di tutti i documenti memorizzati sul nostro Mac e rileva ogni nuovo documento salvato dall’utente: la navigazione avviene direttamente dall’interfaccia del software, senza dover navigare, aprire e chiudere numerose cartelle. Supporta tutti i più diffusi formati di documenti, permette di inserire tag nei metadati, facilita l’individuazione e il recupero di documenti a distanza di tempo: in pratica con iDocument la gestione dei documenti diventa più rapida e facile così come avviene per iTunes con la musica o con iPhoto per le immagini.

Con iClip (19 dollari) possiamo gestire copia e incolla multipli aumentando esponenzialmente l’utilità e anche la praticità d’uso della clipboard del Mac. L’interfaccia di iClip si posiziona invisibile al bordo destro del desktop: possiamo richiamarla quando vogliamo avvicinando il puntatore, come accade con il dock. Ciascuno dei clip che abbiamo catturato (fino a 99) appare in anteprima in una sorta di oblò o riquadro (a seconda della nostra scelta nelle preferenze) da dove possiamo trascinarlo e incollarlo in un altro programma. In più possiamo anche operare in senso inverso prendendo un testo o una immagine e trascinandola su iClip, questo catturerà quello che gli offriamo. La stessa operazione di salvataggio di un elemento può essere fatta usando la tastiera, con sequenze di tasti che possiamo personalizzare. Da tastiera possiamo fare anche molte altre cose: aggiungere caselle per il copia e incolla, richiamare la barra di servizio, passare da una clip all’altra e molto altro ancora. Per eleganza dell’interfaccia e praticità d’uso iClip è considerata una delle migliori app del genere.

Sparkbox (20 dollari) è pensata per tutte le persone che devono cercare immagini o crearne di nuove per il web: integra le funzioni di cattura e poi quelle per oranizzare tutte le immagini provenienti e destinate al web. Supporta tutti i formati più utilizzati (jpeg, png, psd, tiff, bmp, psd, icns), offre la funzione di cattura, la visione dell’anteprima, il motore di ricerca per i colori, un sistema di annotazione, la possibilità di inserire commenti sopra alle immagini e molto altro ancora. Ricordiamo che Sparkbox supporta le gesture multi-touch e la modalità pieno schermo.

Questi appena elencati sono i 6 software che otteniamo con il bundle Stacksocial offrendo anche un prezzo minimo di pochi centesimi o di un dollaro. Gli utenti che invece propongono un prezzo superiore ai 12,56 dollari ottengono in aggiunta altre 3 interessanti software: MacFlux 4, Typinator 5 e ForkLift 2. Ecco la sintesi delle funzioni principali:

MacFlux 4 è uno dei migliori editor di pagine HTML sul mercato: il prezzo di listino è di 130 dollari. MacFlux 4 è l’ultima versione di un prodotto innovativo XHTML/CSS fondato sul drag & drop ed è stato progettato per essere utilizzato senza necessariamente bisogno di codificare a mano il codice. Il programma si è rivelato sin dalle prime release molto pratico, interessante e in grado di sfruttare numerose caratteristiche intrinseche di Mac OS X. E’ possibile applicare filtri, trascinare JavaScript con il drag&drop, mette a disposizione un editor WYSWYG (What You See is What You Get), consente l’editing degli stili CSS e del codice XHTML. Non manca il supporto a iPhoto e varie funzionalità per l’upload del proprio lavoro sui server web.

L’applicazione supporta i tab nella modalità Page Designer, la visualizzazione a lista e ad albero nel File Manager, mette a disposizione una palette con widget (per la creazione di gallerie ed effetti JQuery), supporta elementi specifici per il controllo di contenuti multimediali di HTML5 (tag “video” e “audio”), colori e la possibilità di importare tavolozze personalizzate, Web Kit, il formato ePub, Plugin (molti dei plug-in CODA funzionano senza problemi, così come packages quali MooFX) e le API di Google Font. Non mancano, infine, tool per l’ispezione CSS che consentono di visualizzare dettagliatamente, in modalità grafica, il modello del riquadro CSS senza leggere il codice o ricorrere a utility separate.

La versione 4 introduce interessanti novità tra cui un modulo FTP e SFTP completamente riscritto, supporto ai tag MAP e AREAMAP con manipolazione di poligoni complessi, editor CSS di gradienti e una funzione autocomplete per tags, colori e percorsi immagine.
Le recensioni di MacFlux sono generalmente molto positive con numerosi siti che lo menzionano come una sorta di Dreamweaver killer. Rispetto al prodotto Adobe ha funzionalità molto simili, stessa solidità del codice, funzioni complesse, qualità dell’output.

TYPINATOR (31 dollari) espande testo semplicemente digitando abbreviazioni di una stringa. Utilissimo per inserire firme, indirizzi, frasi ripetitive, date, frammenti di codice. Autocorregge i più frequenti errori.

FORKLIFT (20 dollari) un client FTP commerciale che imita alcune funzioni del Finder su dischi remoti. Supporta QuickLook, esegue ricerche e applica filtri, rinomina più file e cartelle contemporaneamente.

Considerando i software inclusi nel Mac Bundle il consiglio è quello di offrire pochi dollari in più della media per ottenere il pacchetto completo di 9 utility. Oltre a rappresentare il miglior affare disponibile in rete per gli utenti alla ricerca di app e utility per Mac, l’iniziativa StackSocial si differenzia da tutte le altre anche per i fini sociali e la devoluzione del 10% del ricavato per scopi umanitari. La promozione Mac Bundle Stacksocial termina dopodomani: per ulteriori informazioni e per l’acquisto con prezzo stabilito dai noi è possibile partire da questa pagina.

Offerte Speciali

L’iPad Air 2019 al prezzo minimo su Amazon: 499€

iPad Air scontato di 65 euro su Amazon

Torna lo sconto su iPad Air. Il più potente degli iPad non "pro" scende a 504 euro per la versione da 64 GB.
Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità

Seguici e aggiungi un Like:

64,455FansMi piace
95,263FollowerSegui