Macitynet prova Logitech Logi Base, primo stand con Smart Connector per iPad Pro

È il primo accessorio Smart Connect che non sia una tastiera: Logi Base funziona sia con iPad Pro 12,9 che 9,7 e ricarica il tablet tramite la nuova porta di Apple, lasciando libera la Lightning. Inoltre è uno stand molto elegante.

logi base icon 1200

Logi Base: era logico che prima o poi dovesse arrivare. Con la disponibilità della nuova porta “Smart Connector” sul fianco degli iPad Pro (identica sia per la versione del 12,9 pollici che per il nuovo Pro da 9,7 pollici) prima o poi dovevano arrivare degli accessori dedicati. Con il solo Pro da 12,9 pollici nessuno si era preso il rischio, ma con la nuova versione più piccola e più popolare del tablet di Apple la svizzera Logitech ha fatto la mossa e ha presentato Logi Base, uno stand molto interessante perché mantiene in posizione iPad Pro, permette di usarlo e anche di ricaricarlo contemporaneamente, sia il più grande iPad Pro 12,9 pollici che quello “piccolo” da 9,7 pollici.

Lo stand di cui Macitynet ha già parlato in occasione del lancio, è arrivato in redazione e abbiamo avuto modo di poterlo utilizzare per alcuni giorni. Ecco la nostra recensione.

logi base rece 7

Com’è fatto Logi Base

Lo stand di Logitech costa 103,99 euro sul sito di Logitech ed è sostanzialmente una “L” di alluminio pregiato con un supporto in gomma antiscivolo, un “grip” nella parte interna della “L” che contiene anche lo Smart Connector a cui agganciare l’iPad, e sul retro una entrata per la porta Lightning che fornisce l’energia necessaria alla ricarica. La parte alta della “L” ha una guarnizione di gomma a filo che non rovina l’estetica “tutta di alluminio” di questo accessorio, ma al tempo stesso riesce a evitare attriti e frizioni metallo-su-metallo che potrebbero graffiare la parte posteriore di iPad se non è protetto dalla cover.

L’aggancio avviene in maniera semplice grazie ai magneti posizionati da Logitech al di sotto della gomma che fa da base per l’aggancio dell’iPad. Questi magneti tengono con gentilezza e fermezza fermo l’iPad in maniera tale che i tre poli dello Smart Connector coincidano e si attiva la ricarica. Non sono sufficientemente forti da consentire di alzare dalla scrivania in modo sicuro lo stand Logi Base prendendolo per l’iPad (ed è vivamente sconsigliato farlo). Invece, la base è sufficientemente solida e pesante da accettare sia l’iPad Pro da 9,7 pollici che quello ben più grande da 12,9 pollici.

logi base rece 10
Il funzionamento sul campo

Uno stand di questo tipo è molto elegante e sicuro per agganciare il proprio iPad sul tavolo, ma bisogna considerare che ci sono alcune restrizioni.

La prima è dalla scelta di creare un oggetto che richiama il design Apple (segnatamente quello degli stand sugli iMac) ma che non ha snodi o punti di rotazione. E quindi non cambia inclinazione: una volta agganciato l’iPad Pro questo ha una inclinazione di circa 15–20 gradi. Ottimale per usare l’iPad come visore per un film oppure per lavorarci magari con una tastiera Bluetooth (visto che la porta Smart Connect è occupata) o trasformarlo in un monitor esterno con software come Duet che abbiamo recensito qui.

La seconda cosa è il lato che si può agganciare con lo Smart Connector: dal momento che Apple ha deciso di installare questa nuova porta dati ed energia sul lato dell’iPad, il tablet può essere posizionato su Logi Basesolo modalità panorama. Se si poggia l’iPad sullo stand in modalità ritratto funziona perfettamente (non cade e si appoggia con sicurezza, sia la versione da 9,7 pollici che quella da 12,9 pollici) ma ovviamente non è possibile collegarlo per la carica tramite Smart Connector. Inoltre, se si appoggia l’iPad sulla base dalla parte del tasto home e della porta Lightning, non è possibile neanche connetterlo alla ricarica tramite il normale cavetto (e l’ipotesi di mettere l’iPad a testa in giù, con il cavo che si aggancia dall’altro è esteticamente molto discutibile).

logi base rece 13
Inoltre, per poter agganciare lo Smart Connector alla base di Logitech è necessario che la cover lo consenta. La custodia in silicone di Apple, che da tre generazioni di iPad in poi copre solo il “dietro” e non più il davanti (non è più cioè lo Smart Case e per questo, in pratica, si devono comprare due componenti separati per fasciare entrambi i lati dell’iPad: la custodia e la Smart Cover) lascia lo spazio per poter connetterlo allo Smart Connector. Basta assicurarsi di togliere l’eventuale protezione anteriore: Smart Case, Smart Keyboard o altre protezioni.

Il discorso diventa ovviamente più complicato con le cover integrate non prodotte da Apple che fascino sia il davanti che il dietro dell’iPad: in questo caso è necessario fare uno “spogliarello” completo dell’iPad per arrivare ad esporre i tre poli dello Smart Connector e poterlo agganciare alla Logi Base di Logitech.

logi base rece 11
Vantaggi e svantaggi dello stand

Utilizzare un apparecchio come lo stand di Logitech offre una piacevole diversione rispetto all’utilizzo casalingo e “statico” dell’iPad. Se è vero che l’apparecchio di Apple dà il meglio sulle ginocchia o in mano, sempre a portata e sempre utilizzabile in qualsiasi parte della casa, agganciarlo saldamento allo standad è utile non solo per ricaricarlo magari alla sera. Intanto perché consente di utilizzarlo come schermo stabile, un po’ come se l’iPad diventasse uno schermo fisso. Si può lavorare, magari utilizzando una tastiera Bluetooth (va benissimo anche quella di Apple che viene utilizzata con gli iMac), oppure connettendolo come detto al Mac con il cavetto Lightning per usarlo come schermo esterno.

Non solo: avere uno schermo soprattutto da 12,9 pollici è praticamente come avere un televisore. E allora perché non poggiarlo su una mensola o un tavolino basso per vedere film e telefilm (iTunes offre oramai un catalogo davvero molto ampio, in alternativa ci sono ottime app che fanno da player di film di terze parti, a partire dalla straordinaria Infuse). L’angolo di visuale è più che buono e non pone grossi problemi nel doverlo aggiustare: non bisogna dimenticare che è utile cambiare l’angolo soprattutto se si sta scrivendo e in questo caso basta allontanare o avvicinare leggermente l’apparecchio per sortire lo stesso effetto.

Chi scrive ha provato a utilizzarlo anche con l’Apple Pencil, a mo’ di cavalletto per tela di pittori. I risultati non sono stati molto buoni: sia per le relative doti di pittore di chi scrive che per la posizione un po’ inconsueta. Per quanto riguarda la ricarica, il passaggio attraverso lo Smart Connector anziché via Lightning diretta introduce un ritardo nei tempi. La prova è empirica perché non abbiamo cronometrato, ma l’idea è che per caricare fino al 100% un iPad Pro 12,9 completamente scarico sia sostanzialmente necessaria tutta la notte.

In conclusione

A partire dalla Smart Cover, sono molti i modi con i quali si può ottenere di rialzare un iPad e mantenerlo in posizione. Si possono usare anche dei libri, chi scrive ha mangiato panini, bevuto coca cole e guardato film utilizzando i supporti più improbabili (comprese ma non solo: pile di libri, bottiglie di acqua piene, saliere, cuscini, torri di Lego, l’iPhone, la machina fotografica, gli occhiali da sole).

Quello che Logi Base di Logitech dà di più è non solo la postura corretta e la ricarica integrata, il senso d’ordine sul tavolo e la pulizia del design, ma anche la bellezza e sicurezza di utilizzare un accessorio di notevole qualità, ottima fattura, bella presenza. Certo, il costo non è banale (e volendo potremmo indicare quello come principale difetto). Però, se avete comprato un iPad Pro 12,9 WiFi+4G da 256 GB al prezzo di 1.429 euro (e vi faccio grazia di penna, custodia e smart keyboard), spenderne altri cento per uno stand molto bello, elegante e sicuro non è poi una gran spesa. No?

Pro

Solido
Elegante
Funziona bene

Contro

La ricarica è più lenta
Una sola inclinazione possibile
Costoso

Prezzo e disponibilità

Lo stand Logi Base di Logitech costa 103,99 euro ed è già disponibile sul sito di Logitech.

logi base 3