«iPad è un giocattolo» è l’ultima beffa nella pubblicità di Microsoft

Lo spot natalizio di Microsoft è contro iPad, definito “un giocattolo per bambini”: giunti a una certa età «Serve un vero computer: nonna, comprami il Surface Go»

«iPad è un giocattolo» è l’ultima beffa nella pubblicità di Microsoft

Pensaci due volte prima di comprare un iPad per Natale a tuo figlio e a tuo nipote: è il messaggio chiaro e diretto che Microsoft lancia attraverso il nuovo spot pubblicitario per promuovere Surface Go come “Il vero sogno dei ragazzini”. Una volta raggiunta una certa età, il tablet di Apple non è abbastanza buono – spiega cantando la protagonista della clip pubblicata di recente su YouTube.

Spot di 30 secondi entro i quali l’azienda di Redmond attacca senza il tablet di Apple senza esclusione di colpi su un argomento che viene risollevato annualmente a ogni lancio di un nuovo iPad. Sostituisce un computer? No, per Microsoft gli iPad sono “giocattoli per bambini” e certamente non computer adatti al lavoro, motivo per cui la ragazzina dello spot, ormai «Abbastanza grande» chiede alla nonna di non regalarle un iPad, bensì il nuovo Surface Go.

«iPad è un giocattolo» è l’ultima beffa nella pubblicità di Microsoft

«I miei sogni sono grandi, quindi ho bisogno di un computer vero» spiega «Andava bene quando avevo 6 anni ma ora ne ho 10 e ho bisogno di fare tutte le cose incredibili che so di poter fare, come programmare e tutto il resto. Surface Go è ciò che voglio davvero perché mi permette di essere il più smart possibile».

Il nuovo tablet di Microsoft nella versione Go è in vendita online a partire da 359 euro, lo stesso prezzo di iPad 2018 da 9.7’’ ma con l’indiscusso vantaggio di eseguire Windows 10 nella versione desktop completa, quindi offre tutto ciò che normalmente ci si aspetta di trovare su un computer.

Ovviamente se questo da un lato è un vantaggio, dall’altro lato non è un tablet e non sostituisce iPad, ragion per cui quest’ultimo continua a dominare il mercato nonostante sia più costoso della maggior parte dei tablet attualmente in commercio. In effetti chi compra iPad lo fa perché non vuole eseguire applicazioni desktop ma desidera app iOS, la maggior parte delle quali non si possono neppure scaricare su Windows 10 che manca, tra le altre, di servizi come iMessage e FaceTime, molto popolari tra i ragazzini.