Motorola, sempre più Google, presenta i nuovi RAZR HD, Maxx HD e M

Motorola presenta tre nuovi smartphone per il mercato USA su rete Verizon, tutte evoluzioni del suo Droid RAZR, puntando sempre su schermi ad alta definizione e sull’autonomia della batteria; l’azienda ormai appare parte integrate dell’universo Google per un evento che vede l’apertura di Eric Schmidt. 

La giornata di oggi ha visto protagonista anche Motorola, in un evento che ha suscitato generalmente un tiepido richiamo ma ha rappresentato la prima vera vetrina tecnologica dell’azienda dopo la sua acquisizione da parte di Google.

Non a caso era presente Eric Schmidt, che dopo i classici convenevoli ha sgranato i doverosi numeri di Android: 1.3 milioni di dispositivi attivati al giorno, di cui solo 70 mila sono tablet. Un numero quello dei tablet che da una parte dimostra quanto Android stia ancora faticando nel settore, ma dall’altra registra una certa qual crescita: se la cifra dovesse anche mantenersi tale, fra un anno i nuovi tablet Android potrebbero essere oltre 25 milioni, previsione comunque al ribasso, che non calcola la crescita fisiologica del mercato.

Tocca poi a Motorola guadagnare il palco e presentare tre nuovi dispositivi: se Nokia punta sulla serie Lumia, Motorola invece scommette sui suoi Droid RAZR, con i nuovi modelli RAZR HD, RAZR Maxx HD e RAZR M. I nuovi modelli HD sono equipaggiati con uno schermo in alta definizione 720p da 4.7 pollici e si differenziano principalmente per al batteria: 2500 mAh per al versione HD e 3300 mAh per la versione Maxx HD.

Motorola punta ancora una volta sull’autonomia, uno dei principali talloni d’Achille dei “cellulari intelligenti”: i RAZR sono al momento i dispositivi la migliore autonomia fra tutti gli smartphone di ultima generazione ed è molto probabile che questo RAZR bissino nuovamente il record.  C’è poi spazio anche per il RAZR M, una versione più compatta, caratterizzata dallo stesso hardware dell’originale Droid RAZR, ma racchiuso in una nuova scocca prova di cornice, che mette in risalto lo schermo da 4.3 pollici da bordo a bordo.

In sinergia ormai con Google, Motorola ha annunciato che presto i cellulari Motorola usciti a partire dal 2011 riceveranno l’update a Jelly Bean; se qualche utente per ragioni legate agli operatori non dovesse ricevere l’update, avrà a disposizione un buono di 100 dollari da spendere per l’acquisto di un nuovo smartphone Motorola. Una mossa sicuramente apprezzabile per un’azienda che non ha mai brillato per la longevità negli aggiornamenti dei suoi dispositivi.

L’evento di oggi ha gettato una nuova luce sul futuro di Motorola, ora da considerarsi a tutti gli effetti parte di Google, particolare che si nota anche dal fatto, per esempio, che Chrome Mobile sia pre-installato sui dispositivi. I nuovi RAZR saranno disponibili per l’operatore USA Verizon prima del periodo natalizio, tranne che per il DROD RAZR M che sarà in preordine già da oggi, Su un lancio oltre oceano non sono state date indicazioni.