Navigando con il browser Vivaldi si contribuisce a piantare nuovi alberi

Gli sviluppatori di Vivaldi hanno integrato nel browser il supporto per Ecosia, un motore di ricerca che pianta alberi con i suoi introiti pubblicitari

Vivaldi

Gli sviluppatori di Vivaldi, browser web freeware e multipiattaforma prodotto una società fondata dall’ex CEO di Opera Jon Stephenson von Tetzchner, hanno integrato nell’ultima versione del loro software il supporto di serie per Ecosia, un motore di ricerca che pianta alberi con i suoi introiti pubblicitari.

L’idea è semplice: quando l’utente esegue ricerche in internet con Ecosia, le pubblicità legate alla ricerca creano introiti per quest’ultima che destina l’80% dei ricavi alla riforestazione. Tra i benefici: maggiore biodiversità, sicurezza idrica, aria più pulita. Ecosia vanta oltre 5,5 milioni di utenti, e investimenti pari quasi a 4 milioni di euro. Sinora sono stati piantati oltre 7 milioni di alberi in totale e l’obiettivo è arrivare a 1 miliardo di alberi entro il 2020.

Tornando al browser vero e proprio, Vivaldi 1.9 integra migliorie in termini di privacy e sicurezza, nella gestione delle note, nell’autocompletamento degli URL, offre la possibilità di cambiare cartella dove memorizzare le schermate catturate. Dopo aver scaricato il browser Vivaldi da questo indirizzo, basta copiarlo nella cartella Applicazioni del Mac. Il motore di ricerca da usare di default può essere impostato cliccando sull’icona a forma di lente di ingrandimento in alto a destra: si può scegliere tra Yahoo, Bing, Startpage, DuckDuckGo, Ecosia, Wikipedia e Google. Il browser Vivaldi è disponibile per Mac, Windows e Linux.

vivaldi ecosia