Questo sito contiene link di affiliazione per cui può essere compensato

Home » Macity - Apple » AggiornaMac » Per Charlie Miller, il gatekeeper di OS X 10.8 è un’€™ottima idea.

Per Charlie Miller, il gatekeeper di OS X 10.8 è un’€™ottima idea.

Sviluppatori e stimati esperti nel campo della sicurezza valutano positivamente l’integrazione del Gatekeeper nel futuro OS X 10.8 Mountain Lion. L’idea è stata accolta in generale favorevolmente (una spiegazione dettagliata si trova sul blog degli sviluppatori della software house Panic) e per tanti, Apple sta andando nella giusta direzione. “Dimostrano di sapere anticipare i tempi e hanno considerato l’ipotesi che in futuro il malware potrebbe rappresentare un problema anche su OS X” ha detto Charlie Miller, noto e apprezzato ricercatore del settore. “È forse davvero l’unica soluzione a lungo termine nei confronti del malware” continua Miller, “hanno compreso che l’approccio usato nei dispositivi iOS funziona e alla maggiorparte delle persone non crea problemi”. E ancora: “Stanno cercando di migliorare la sicurezza di OS X ed è un modo intelligente di farlo”.

Come abbiamo riportato in questo articolo, per impostazione predefinita gli utenti del futuro sistema operativo potranno installare solo applicazioni firmate dagli sviluppatori mediante certificati digitali (l’opzione può essere disattivata dalla sezione “Sicurezza e Privacy” delle Preferenze di Sistema), un meccanismo che consente di installare le app solo se queste provengono da una fonte sicura. Sarà anche possibile eseguire applicazioni “non firmate” disabilitando la relativa opzione nelle Preferenze di Sistema o scegliendo espressamente questa opzione con il tasto destro del mouse. Resta da capire cosa accadrà in futuro: la paura di alcuni è che un giorno Apple arriverà al punto di consentire la sola esecuzione di applicazioni scaricate dal Mac App Store. Per il momento non vi sono indicazioni in questo senso ma, chissà, forse Mountain Lion sarà utilizzato come sistema di test per capire quanti sviluppatori aderiranno alla certificazione. Se questi saranno molti, non è da escludere in futuro la chiusura ad app provenienti da fonti non ritenute sicure.

Qualche sviluppatore fantastica anche una mossa al contrario per iOS: il nuovo modello pensato da Apple per Mountain Lion (la possibilità di utilizzare applicazioni dallo store, da sviluppatori certificati o da chiunque a proprio rischio e pericolo) potrebbe essere un’opzione per le future versioni di iOS, una possibilità, a nostro avviso, molto, molto improbabile…

[A cura di Mauro Notarianni]

Offerte Apple e Tecnologia

Le offerte dell'ultimo minuto le trovi nel nostro canale Telegram

Top offerte Apple su Amazon

Confronto iPhone 15 contro iPhone 14, quale scegliere

iPhone 15 256 GB mai così scontato, solo 929 €

Si allarga lo sconto su iPhone 15. Sono in promozione i modelli 128 Gb che restano al minimo storico a 799 € ma i modelli da 256 GB scendono sempre più giù e oggi costano 929 €.

Ultimi articoli

Pubblicità