Non è più l’emulo di Photoshop, Pixelmator Pro 1.0 è disponibile su Mac app Store

Più completo, più potente e con funzioni avanzate per ritocco e miglioramento di foto e immagini. Disponibile solo per Mac, Pixelmator Pro è la nuova versione agli steroidi di uno dei software più premiati e apprezzati di fotoritocco per Mac

L’applicazione Pixelmator Pro è stata rilasciata ed è disponibile su Mac App Store. Gli sviluppatori di The Pixelmator Team hanno finalmente messo a disposizione la nuova versione dell’apprezzata applicazione di grafica e fotoritocco che nulla ha da invidiare ad applicazioni ben più blasonate e costose.

Pixelmator Pro 1.0, nome in codice “Whirlwind” integra una moderna interfaccia a finestra singola, funzionalità di ritocco non distruttivo, strumenti in grado di sfruttare massicciamente la GPU per velocizzare calcoli e prestazioni, funzionalità di editing che sfruttano tecnologie di machine learning e molto altro ancora.

Pixelmator Pro

L’interfaccia dell’area di lavoro è scura, ideale per lavorare con immagini senza essere disturbati dal contesto. L’app è stata concepita ed è nata su macOS: sfrutta tecnologie intrinseche di macOS ed è ideale sia per principianti, sia per professionisti. Chi ha già usato applicazioni di questo tipo, si troverà immediatamente a proprio agio.

Di particolare interesse le accennate funzionalità di modifica non distruttiva, disponibili per tutti gli strumenti, inclusi quelli per la modifica del colore, applicazioni effetti, stili e layout. L’utente può creare preset personalizzati con infinite combinazioni di effetti e stili che è possibile salvare e riutilizzare in qualsiasi momento.

Pixelmator Pro vanta funzioni per la gestione dei flussi di lavoro e di editing e novità che sfruttano il machine learning (la tecnologia Core ML di Apple). L’applicazione mette a disposizione strumenti “intelligenti” per spostare, ridimensionare e gestire i livelli. Lo strumento “Arrange” è non distruttivo e consente di spostare, ridimensionare o ruotare l’immagine importata, creare un livello con effetti copiati da un altro livello, convertire una selezione in livello, raggruppare livelli, isolare o visualizzare solo alcune parti di una immagine per facilitarne la modifica.

Specifiche guide “smart” consentono di gestire gli oggetti e allinearli in modo “intelligente” con un solo click. Il motore di disegno è stato migliorato e sfrutta la tecnologia Metal 2 di Apple. Sono presenti nuovi pennelli “fatti a mano” con doppie texture e funzionalità che tengono conto della dinamica degli stessi.

Le regolazioni apportate a immagini RAW consentono di conservare i dati originali dell’immagine e la funzione “Recipes” permette di salvare, riutilizzare e condividere combinazioni usate per l’editing. Pixelmator Pro 1.0 richiede macOS 10.13 o seguenti, “pesa” 96.9 MB ed è in vendita su Mac App Store a 64,99 euro.

Naturalmente per gli utenti alle prime armi o che non necessitano delle funzionalità avanzate di Pixelmator Pro, su Mac App Store continua a essere disponibile il valido e veratile Pixelmator in versione standard che permette anche di risparmiare: costa 16,99 euro.