HomeMacityFinanza e MercatoLa produzione di iPad e MacBook è colpita dalla scarsità di chip

La produzione di iPad e MacBook è colpita dalla scarsità di chip

Chi cerca di comprare una nuova Xbox Series X o PlayStation 5 lo sa bene: le nuove console sono quasi introvabili a causa della scarsità globale di chip che ha già colpito l’industria delle automobili e anche l’elettronica di consumo: finora Apple è tra le società che meno ha risentito del colpo, ma ora gli effetti si fanno sentire anche sulla produzione di iPad e MacBook.

La macchina perfetta di Apple per approvvigionamento e forniture, grazie a mega contratti, esclusive e linee dedicate, è quella più ammirata e invidiata non solo nel settore dell’elettronica, ma la scarsità globale di chip ora sembra lambire anche la perfezione organizzativa e di esecuzione di Cupertino. Secondo quanto riferisce Nikkei Asia, Apple sembra sia stata costretta a posticipare dal primo semestre di quest’anno alcuni ordini di produzione di iPad e MacBook spostandoli al secondo semestre.

La produzione di iPad e MacBook è colpita dalla scarsità di chip

Per I tablet il posticipo sarebbe dovuto alla scarsità di schermi e chip per display, invece per la produzione dei MacBook sarebbe rallentata dai ritardi di alcuni chip e componenti necessari nella fase di installazione sulle schede madri, prima dell’assemblaggio finale. Non vengono specificati i modelli interessati e nemmeno se si tratta di dispositivi già in commercio o di nuovi in arrivo. Tenendo presente che per ora la scarsità di chip non ha colpito Apple così duramente come altri marchi e società, e che almeno per ora non si rilevano grandi ritardi tra ordini degli utenti e consegne, è lecito presumere che possa trattarsi di nuovi prodotti posticipati.

Ma sempre dall’Asia emerge un altro allarme: se anche la macchina perfetta di Apple ora è interessata dalla carenza mondiale di chip e le previsioni indicano che la situazione peggiorerà nei prossimi mesi, è lecito attendersi un ulteriore aggravamento della situazione. Ad avere la peggio potrebbero essere marchi e società più piccoli, che non hanno le dimensioni e la forza contrattuale di Cupertino.

Per tutti gli articolo di macitynet che parlano di Finanza e Mercato si parte dai rispettivi collegamenti.

Offerte Speciali

macbook pro 16 in sconto su amazon

MacBook Pro M1 16 da 512 GB, risparmio di 450 € spedito subito

Su Amazon comprate in sconto di 450 euro il MacBook Pro 16" con processore M1 da 52 GB. Ribasso del 16% e pagamento a rate senza interessi né garanzie e spedizione immediata.
Pubblicità

Ultimi articoli

Pubblicità

Iguida

Faq e Tutorial