Home Hi-Tech Droni e UAV In prova Parrot Mambo, il mini-drone poliedrico

In prova Parrot Mambo, il mini-drone poliedrico

L’argomento Droni in ambito giocattoli o intrattenimento è stato oramai sdoganato, ma ogni volta che ce ne capita uno tra le mani è sempre una bella cosa: non fa eccezione il Mambo di Parrot, marchio che nel settore mini droni è oramai un nome di spicco e che qui a Macitynet abbiamo già trattato diverse volte (compresa la presentazione di qualche mese fa).
Però questo Mambo è diverso dai suoi confrattelli presenti nel catalogo Parrot: si tratta sempre di un drone a elica, adatto al volo e sostanzialmente dotato delle stesse caratteristiche, ad esempio, di Airborne Night (che abbiamo recensito qui) pur presentando alcune novità che lo rendono particolarmente intrigante.

unknown-2

Mambo e Airborne Night, gemelli diversi

Dal punto di vista costruttivo Mambo è molto simile al fratello Airborne Night: ne condivide l’aspetto esteriore (pur dotato di un comparto luci inferiore) e il sistema di guida, basato su una App per iOS e Android e un collegamento via Bluetooth.

Per chi non ha mai letto le nostre recensioni degli altri droni in pratica si tratta di una App che propone diverse tipologie di guida, da un sistema più semplice ad uno più avanzato, con modalità diverse per muovere il drone nei tre assi spaziali qualche automatismo per gestire le manovre più comuni.

All’interno del Mambo diversi sensori aiutano il sistema di guida, altrimenti molto più complesso: sicuramente uno stabilizzatore e un giroscopio, che permettono sia di corodiare i momenti di pausa in volo sia di potersi avviare da solo quando il drone “sente” lo slancio.

parrot mambo

Per fare questo basta attivare l’azione nel display, prendere in mano il drone e lanciarlo in aria: in questo modo si avvia subito il motore e il drone si stabilizza in volo.

Oltre a questo, la telecamera posta nella pancia del drone mappa il terreno sottostante per ottenere una maggiore prontezza e stabilità: abbiamo notato infatti che non solo il drone risulta più malleabile ai movimenti quando la superficie sottostante è regolare oppure propone geometrie rintracciabili, ma anche che tende a seguire la geometria se questa si muove, come succede ad esempio avvicinandosi con una mano al drone, e poi spostandosi, osservando come il Mambo segua la mano che si muove.

Per il resto la capacità di volare correttamente con il Mambo deriva da una mezz’oretta di pratica con l’App, anche in casa, qualche schianto (niente di che, il drone sembra reggere a tutto) e un po’ di buona volontà: non serve nessuna conoscenza né di volo né di robotica per farlo volare correttamente, si tratta sostanzialmente di un giocattolo, non di un drone professionale.

Offerte Speciali

Super sconto su MacBook Pro 13″ 16/512 GB: risparmio da oltre 400 euro

Su Amazon è in forte sconto il nuovo MacBook Pro 13" in versione 16 GB RAM / 512 GG HD SSD. Lo pagate oltre 400 euro meno del prezzo Apple.
Pubblicità
Pubblicità

Seguici e aggiungi un Like:

64,835FansMi piace
93,823FollowerSegui