Questo sito contiene link di affiliazione per cui può essere compensato

Home » Recensioni » Recensione U-Stone Lepow, la batteria di stile da 12000 mAh

Recensione U-Stone Lepow, la batteria di stile da 12000 mAh

Nella nostra quasi quotidiana ricerca di prodotti che possono distinguersi per qualità, originalità e funzioni da mettere al servizio della vita digitale, nei giorni scorsi ci siamo imbattuti nella batteria U-Stone di Lepow, una azienda di Hong Kong che ha nel suo DNA un tocco di anticonformismo e intelligenza nel design. È questo il caso anche di questo accessorio che si distingue da tutto quel che avete visto nel segmento degli accumulatori di corrente.

U-Stone com’è fatta
La U- Stone appena si prende tra le mani fa venire un mente diverse cose, ma tra queste l’ultima è una batteria, Questo fin dall’imballo. Dentro alla voluminosa scatola di cartone (riciclato) , troviamo una sorta di bozzolo o un ciottolo di fiume (anche questo in cartone riciclato) avvolto da una fascia elastica. Dentro al bozzolo troviamo una specie di scheletro, sempre in materiale riciclato che fa da guscio interno. Infine al termine di questo lungo processo di scoperta ecco la batteria vera e propria che nel nostro caso aveva più o meno il colore dell’intero pacchetto “ecosostenibile”, un beige-marrone.

La batteria è un oggetto affusolato, non certo piccolo (17X8x2,5 cm), che richiama nella forma e anche nelle dimensioni, un portaocchiali un po’ maggiorato segnato da un involucro in plastica del tutto diverso dal classici gusci per batterie d’emergenza. È in plastica ruvida, che ricorda addirittura una superficie cosparsa di sabbia e che al tatto appare di elevata qualità. A spezzare la monotonia del colore, c’è il fondo infossato in blu elettrico come blu elettrico è il doppio cavo (USB e MicroUSB) per la ricarica. Niente bottoni, nessun interruttore. Solo una fila di cinque LED blu  appena visibili che percorrono la parte più lunga di questo oggetto semplice, lineare, tra il vintage e futuristico. In pratica si comprenderà che LePow, azienda che ha ricevuto numerosi premi al design (tra cui un Red Dot Award proprio per la U-Stone), non ha certo puntato al risparmio nel produrre l’accessorio, nè lesinato in fantasia.

Anche la capacità della batteria non è al risparmio. Si tratta di una 12000 mAh. Non siamo di fronte al top (in commercio si trovano diverse batterie da 14000 mAh e anche da 16000 mHa), ma la quantità di energia è, nominalmente, sufficiente a ricaricare quasi interamente un iPad Air da 8820 mAh e a portare a buon punto un iPad 3 o 4 (batteria da 11560 mAh). Anche l’uscita è adeguata alla ricarica di un iPad: la singola porta USB serve 2,1 Amp per 5 volt, di fatto la stessa energia che veniva fornita dal precedente alimentatore per iPad (il nuovo ha 2,5 Amp per 5,1V).

Tecnologicamente l’U-Stone di LePow è un prodotto non del tutto scontato. Come accennato non abbiamo interruttori di nessun tipo. La batteria si accende quando viene collegato qualche cosa alla porta USB o alla porta MicroUSB. Per capire a che punto sta la carica, dovremo scuotere la batteria. Si accenderanno i LED e dopo qualche istante vedremo restare accesi solo quelli che segnalano la carica restante (visto che sono cinque, ogni LED rappresenta un 20% di carica). Il sistema, adottato anche da diversi altri produttori, è originale ma non particolarmente efficiente; se la batteria è collegata ad un dispositivo, scuoterla (oltre al resto è necessario farlo con una certa energia) è scomodo.

Per fortuna i LED si accendono anche picchiettando decisamente la batteria con la punta del dito, ma un interruttore, pure se poteva scalfire la purezza della linea dell’accessorio, avrebbe forse reso più semplice la verifica sulla carica. Va anche segnalato che il cavo USB piatto (connettore full size da una parte e Micro USB dall’altra) si colloca nell’incavo e quando è collegato limita la scarica naturale della batteria.

La prova
Una batteria da 1200 mAh non è certo studiata per accompagnare un telefono. Per ricaricare un iPhone o un cellulare Android da 2400 o al massimo 3000 mAh, potrebbe essere più saggio comprare una batteria da 4000 mAh o da 6000 mAh che pesa meno e che è certamente più piccola della U-Stone. LePow con la U-Stone punta a supportare, come dimostra anche la singola porta USB disponibile, chi ha un dispositivo più grande, da 4000 mAg come qualche phablet moderno o i tablet che arrivano a 10000 mHa. Noi l’abbiamo testato con un iPad Air da 8820 mAh.

La ricarica da zero della U-Stone con un alimentatore iPad è durata circa 6 ore, un po’ meno di quanto indicato da LePow che parla di circa 7 ore (ma con un alimentatore da 2,1 mAh, mentre noi ne abbiamo usato uno da 2,5 mAh). L’iPad, una volta collegato alla batteria, è stato portato da zero al 94% in poco più 4,5 ore, prima che la batteria si spegnesse del tutto; questo significa, ammettendo che l’indicatore della batteria di iPad è preciso, che dalla batteria sono arrivati 8290 mHz che è circa il 70% della capacità nominale della batteria stessa, un po’ meno dall’efficienza di “oltre 75%” dichiarato da Lepow. In ogni caso in termini pratici, portandoci dietro la U-Stone, raddoppieremo l’autonomia di iPad portandola da dieci ore a venti ore senza avere bisogno di una presa di corrente.

Come accennato non abbiamo testato la U-Stone con un iPhone, ma se consideriamo che la batteria distribuisce circa 8300 mAh, potremo ricaricare circa cinque volte un cellulare da 1400 o 1500 mAh.

Conclusioni
La U-Store è un prodotto molto originale dal punto di vista del design industriale, realizzata con materiali ricercati, assemblata con cura e rifinita nei minimi dettagli. Buona anche la capacità di 12000 mAh, sufficienti per ricaricare quasi interamente un iPad Air e diversi altri dispositivi ad alta richiesta di energia, e buone anche le prestazioni con la porta in uscita pari a quella di un vecchio alimentatore iPad. Da questo punto di vista è probabilmente uno dei migliori accessori di questo tipo in commercio. Ma, purtroppo, ha anche qualche difetto: LePow puntando alla forma e allo stile, ha lasciato in secondo piano alcuni dettagli a cominciare dalle dimensioni. Nonostante la forma affusolata che ne facilita il trasporto in una tasca di uno zaino e il peso non esagerato (circa mezzo chilo), la U-Store se non è la più grande batteria in commercio, è certamente una delle più grandi batterie in rapport alla sua capacità ed è comoda solo se si ha una borsa capace. Il sistema a scuotimento per la verifica della carica è contro intuitivo e anche poco pratico, specialmente quando si sta ricaricando un dispositivo, visto che il cavo è piuttosto corto. Infine va segnalato che il costo consigliato di 90 euro, pur giustificato dall’originalità del design e dalla qualità dei materiali, corre il rischio di allettare solo coloro che per distinguersi sono disposti a spendere il doppio del costo di una buona batteria senza stile nè appeal, ma con una capacità che può essere anche di 16000 mAh

Pro
– Design industriale originale e gradevole
– Materiali di qualità
– Buona capacità di carica

Contro
– Dimensioni importanti
– Sistema di verifica della carica scomodo
– Costo significativo

La U-Stone, come altri prodotti LePow, è distribuita da Blind Barber. Costa 90 euro, ma è possibile reperirla ad u prezzo leggermente più basso. Su Amazon è offerta a 75 euro.

Offerte Apple e Tecnologia

Le offerte dell'ultimo minuto le trovi nel nostro canale Telegram

Top offerte Apple su Amazon

Mac mini M2 Pro in sconto del 21%, risparmiate 330 €

Su Amazon torna in sconto e va al minimo il Mac mini M2 Pro. Ribasso a 1249 €, risparmio da 330 €

Ultimi articoli

Pubblicità