Questo sito contiene link di affiliazione per cui può essere compensato

Home » Hi-Tech » Video Digitale » Recensione Vtin EyPro, action cam venduta con doppia batteria in kit

Recensione Vtin EyPro, action cam venduta con doppia batteria in kit

Pubblicità

Chi vuole comprare un’action camera può contare su un mercato colmo di soluzioni che accontentano le più disparate esigenze e fatte su misura per tutte le tasche. Macitynet ha recentemente avuto modo di toccare con mano Vtin EyPro (VOD001B), videocamera per le riprese d’azione che attira l’attenzione principalmente per il prezzo per cui è proposta parallelamente agli accessori inclusi nella confezione ed alla compatibilità con quelli di gran parte delle cam attualmente disponibili sul mercato.

Recensione Vtin EyPro

Com’è fatta

Appena fuori dalla scatola è chiaro di avere tra le mani l’ennesima rivisitazione della celebre SJCAM (nel caso specifico della SJ4000+), di cui ne riprende quasi totalmente il design ed il comparto accessori annesso. Tra piastre, viti e morsetti, di nuovo c’è la seconda batteria, interessante aggiunta che permette di raddoppiare l’autonomia per maggiori riprese senza un ulteriore esborso.

La camera, ben sigillata all’interno della custodia impermeabile, è in effetti identica a molte altre, se non per la forma allungata del tasto di accensione e dalla piccola scanalatura che circonda la lente, uniche differenze estetiche – insieme al marchio VTIN stampato sulla facciata frontale – se confrontata fianco a fianco con una SJCAM, di cui usa gli stessi accessori e batterie.

Funzioni e software

Anche la gestione della camera è simile a quella di molte altre. La lunga pressione del tasto ON/OFF accende e spegne la videocamera, il singolo click permette di passare dalla modalità Video a quella Foto, passando poi per Anteprima e giungere infine al menù delle Impostazioni.

Quest’ultimo, fruibile anche in lingua italiana attraverso una voce in fondo alla lista, permette di cambiare il formato video tra Full HD 1080p e 30fps, HD 720p 60fps e risoluzioni minori, ma anche di attivare la modalità di registrazione Time-Lapse, l’autoscatto, la registrazione in loop di video più brevi (3min, 5min, 10min) e molto altro.

Recensione Vtin EyPro

E’ anche possibile gestire le impostazioni della modalità foto, selezionando la risoluzione desiderata (fino a 12MP), regolando la qualità, il bilanciamento del bianco, i colori, ISO ed esposizione, non manca inoltre la possibilità di capovolgere la registrazione (utile per agganciare la cam a testa in giù dove risulterebbe più comodo) o di attivare la modalità Car, per usare la Vtin EyPro come telecamera di sicurezza in auto.

C’è poi il WiFi, di cui è possibile impostarne nome e password, utile per controllare a distanza la camera tramite l’app gratuita per smartphone FinalCam. A tal proposito segnaliamo che il ritardo tra la ripresa e la scena mostrata sullo smartphone è di circa un secondo, quindi la funzione si rivela più utile per regolare l’inquadratura quando la camera è montata ad esempio su un casco piuttosto che per sfruttare il telefono come monitor a distanza mentre si effettuano riprese particolari (ad esempio agganciando la cam ad un’asta per selfie per effettuare riprese movimentate rasoterra). Il produttore di chiara 15 metri di distanza operativa, che confermiamo dai nostri test anche se la latenza, come poc’anzi citato, non ne rende un uso agevole in quelle situazioni dove si è interessati a monitorare la ripresa in tempo reale.

Come va

Vtin EyPro non delude dal punto di vista della qualità finale. Come si nota dal video allegato, la ripresa (in Full HD a 1080p e 30fps, risoluzione massima consentita) è molto buona, con un’ottimo dettaglio ed una resa dei colori quanto più vicino possibile alla realtà. Lasciando il bilanciamento del bianco in modalità automatica si può incorrere ad un cambiamento delle tonalità tra una scena e l’altra, specialmente se si passa da una zona molto in ombra ad una in forte luce, come nel passaggio da 00:24 a 00:26 dove il verde dell’erba passa da una colorazione più naturale ad un verde acceso, o come nel passaggio da 00:28 a 00:31 dove i riflessi azzurri sulle nuvole tendono a spostarsi su tonalità violacee. L’adattamento è comunque graduale e non disturba la visione del filmato, anche se è consigliato bloccare il bilanciamento del bianco in una modalità precisa (tra diurno, notte, ecc.) evitando così variazioni di colore durante una registrazione.

Dove Vtin EyPro ci è sembrato fare meglio di molte altre action cam nella stessa fascia di prezzo è invece nella gestione dell’esposizione durante la ripresa. Quando ci si trova di fronte ad una scena come quella nel minuto 00:37, con la chioma di un albero in primo piano e la forte luce frontale del sole che la attraversa, anziché sovraesporre la scena per mostrare la corteccia dell’albero bruciando però le luci, gestisce meglio la situazione adattandosi gradualmente e senza mai esagerare.

Unico neo, la mancanza di uno stabilizzatore video: c’è per le foto, mentre i filmati assorbiranno tutti i micro-movimenti che, in riprese d’azione abbastanza movimentate, potrebbero richiedere un aggiustamento via software tramite Final Cut Pro o un programma di editing video capace di stabilizzare in parte la ripresa.

Per quanto riguarda l’uso fotografico, si comporta in maniera analoga ad altre cam simili: tende ad enfatizzare i riflessi violacei (eliminabili con un click da Lightroom), ma offre un’ottimo dettaglio ed un contrasto preciso. Anche qui, nelle scene fortemente illuminate, gestisce l’esposizione in maniera ottimale salvo in qualche caso dove la scena viene leggermente sottoesposta per non bruciare le luci: anche qui, una leggera correzione con un qualsiasi software di fotoritocco, sistema le cose.

Come anticipato, c’è uno stabilizzatore per le foto, che però non aiuta nelle foto di sera: un’esempio nella fotografia scattata all’interno di una struttura per l’addestramento dei cani: nonostante la mano fosse piuttosto ferma, la foto finale è risultata mossa.

Conclusioni

Vtin EyPro è un’ottima action camera se la si paragona al prezzo per cui viene proposta. Nella confezione infatti, oltre al generoso kit di accessori che troviamo anche con altre cam simili, c’è una seconda batteria che raddoppia l’autonomia della camera. La ripresa è molto buona, anche durante cambi repentini da una scena in forte ombra ad una in pieno sole e viceversa; i controlli sono semplici e di facile gestione, si storce il naso solo per la mancanza di uno stabilizzatore video, che potrebbe comunque non risultare fondamentale per chi la userà principalmente in vacanza accompagnandola ad un’asta selfie.

Pro

– ampio kit accessori per montarla su casco, bici, ecc
– batteria supplementare tra gli accessori
– facile da usare
– compatibilità accessori GoPro
– WiFi

Contro

– latenza di 1 secondo tra ripresa e trasmissione WiFi sullo smartphone
– manca uno stabilizzatore video

[usrlist Design:4 Facilità-d’uso:4,5 Prestazioni:4,5 Qualità/Prezzo:4,5]

Prezzo al pubblico

Vtin EyPro è in vendita su Amazon per 81,99 euro spedizione compresa.

Recensione Vtin EyPro

Offerte Apple e Tecnologia

Le offerte dell'ultimo minuto le trovi nel nostro canale Telegram

Top offerte Apple su Amazon

I nuovi iMac con chip M3, Wi-Fi 6E e Bluetooth 5.3

Sconto del 24% su iMac M3, solo 1412 € per versione 8+10 core

Su Amazon va in sconto va al minimo l'iMac con processore M3 in versione base. Lo pagate 330 euro meno del suo prezzo di listino nella configurazione con 256 GB di disco, CPU 8-core e GPU 10-core, solo 1412 €, riobasso del 24%
Pubblicità

Ultimi articoli

Pubblicità