fbpx
Home Hi-Tech Giochi e Console Recensione Zephyr, il Gaming Mouse con raffreddamento incorporato

Recensione Zephyr, il Gaming Mouse con raffreddamento incorporato

A guardare le caratteristiche del Zephyr Gaming Mouse si pensa subito all’estate, ai torridi pomeriggi estivi giocando a Fortnite, Overwatch e Starcraft, dove il caldo fa da padrone e potrebbe influenzare la salute dell’utente più che del personaggio virtuale.

Un ventilatore o un piccolo condizionatore aiuta, ma ci sono punti in cui l’aria fredda non entra, e si ha bisogno di una mano.

Questo progetto su Kickstarter ci è sembrato sin da subito interessante: la fase finale è partita e noi di Macitynet siamo stati chiamati a dare il nostro apporto, e dato che qui di mouse si parla spesso, sia mai che ci tiriamo indietro.

Zephyr Gaming Mouse, la recensione

Prototipo

Il modello di Zephyr Gaming Mouse che è arrivato i redazione, figlio di un veloce scambio di email con i gentilissimi sviluppatori, non è quello finale: come ogni progetto Kickstarter che si rispetti è per il momento solo un prototipo, sino alla data del 25 Agosto, quando finirà la campagna per la raccolta dei fondi (che per il momento è più che positiva).

Dentro la scatola troviamo il mouse, a filo, e un piccolo libretto di istruzioni che illustra le fasi più importanti della personalizzazione.

Come uno Zerg

Il design del Zephyr Gaming Mouse è decisamente particolare: se di tanto in tanto vediamo mouse da gamer con design curati che funzionano bene anche in ottica professionale e business (magari per mani che hanno bisogno di precisione), in questo caso non è così.

Il mouse mostra una meccanica interna, pullulante di luce, contenuta da una armatura in plastica con una rete molto intrigante, che piacerà ai fan di Starcraft, dato che ricorda molto la forma della razza Zerg all’interno del titolo di Blizzard.

Il filo, con connettore USB-A (manca un adattatore USB-A/USB-C) è molto lungo e il materiale è propenso a non creare nodi: la presenza del filo, che non si può staccare, evita la presenza della batteria e dei problemi ad essa correlati.

Recensione Zephyr Gaming Mouse, stile Zerg con raffreddamento incorporato

Pulsanti e regolazioni

Il Zephyr Gaming Mouse presenta 6 pulsanti più uno: nel senso che sei pulsanti sono operativi per il controllo delle funzioni del mouse, mentre il settimo, posto sotto la scocca (quindi non raggiungibile se non ad attività ferma) regola l’attività della ventola, sulla quale torniamo tra poco.

Il mouse non ha bisogno di driver, sia macOS che Windows 10 lo vedono correttamente e sostanzialmente i comandi sono delegati ai driver standard. Su macOS Catalina, dove è stato fatto il test, i tasti destro e sinistro funzionano correttamente come ci si aspetta: si tratta tra l’altro di tasti OMRON switches, piuttosto famosi in ottica tastiere, qui portati su di un mouse.

La rotella, con superficie gommata e con un piccolo carro armato adatto a non far scivolare il dito, è a scatti, molto adatta a titoli di precisione, meno all’uso generico.

I due tasti laterali, posti a sinistra (e gestibili con il pollice, che tra l’altro sono l’unico dettaglio che rende il mouse per destrorsi) possono essere attivati all’interno di qualche gioco ma non in modo generico su macOS.

Recensione Zephyr Gaming Mouse, stile Zerg con raffreddamento incorporato

Il tasto posto sopra la rotella funge da switch per la risoluzione, il cui cambio si evince in modo visivo sia dalla risposta del puntatore, sia da una serie di tra LED che cambiano colore posti a fianco del mouse, appena sotto i tasti, con scatti da 800/1600/3200/6400 e 16.000 dpi.

Una combinazione di tasti invece permette di regolare anche le luci, tra sette tipologie di luci RGB: l’illuminazione che, non lo nascondiamo, qui piace un sacco, è fatta molto bene e davvero preponderante.

Con il fatto che la scocca è aperta e a vista, le luci funzionano molto bene specie per chi usa il mouse ad artiglio. Le indicazioni sul colore, la risoluzione e il cambio sono bene illustrate sul libretto di istruzioni.

Vento in poppa

Innegabile che, nonostante il design e il chip di qualità a bordo, la caratteristica principale sia la presenza di una ventola nella parte posteriore.

Questa, azionata da un piccolo pulsante posto nel fondo, manovra la potenza del piccolo ventilatore in tre posizioni: forte, debole e spenta.

Recensione Zephyr Gaming Mouse, stile Zerg con raffreddamento incorporato

La ventilazione funziona, non essendo manovrata da alcun driver non è sensibile a quello che succede nel computer, ma porta un po’ di vento nel palmo della mano.

L’effetto migliora per chi usa la presa ad artiglio, rispetto a chi ad esempio la usa di tipo palmare, perché il piccolo spazio tra palmo e mouse aumenta.

Recensione Zephyr Gaming Mouse, stile Zerg con raffreddamento incorporato

L’effetto è gradevole, nel prototipo che abbiamo provato l’effetto era relativo, abbiamo suggerito di aumentare la forza della ventola e ci è stato confermato che nella versione finale sarà più percepibile.

Il problema, semmai, è la vibrazione: si percepisce, non è fastidiosa nella velocità debole, ma in quella forte davvero presente.

Anche in questo caso però gli sviluppatori ci hanno rassicurato che è un fattore sul quale stanno lavorando e siamo fiduciosi che questo problema rientrerà per la versione finale, anche se ci sembra difficile che sparisca del tutto.

Recensione Zephyr Gaming Mouse, stile Zerg con raffreddamento incorporato

Considerazioni

Zephyr Gaming Mouse è, alla fine dei conti, un ottimo mouse: il look è accattivante, aggressivo e decisamente appariscente grazie al gran numero di luci che non lasciano nulla al caso.

Il sensore da 16.000 dpi è nella fascia alta del mercato, dove sostano i mouse da gamer di qualità: ed in effetti nell’utilizzo comune, al di la della ventola, si presta a buonissime prestazioni, anche se non è tra i più leggeri del mercato, non appare pesante e le regolazioni a bordo fanno il loro mestiere.

Manca il supporto per i driver, dove magari giocare un po’ con i settings per personalizzare l’esperienza, per utente e per tipo di gioco: attendiamo fiduciosi per questo magari una seconda versione.

Recensione Zephyr Gaming Mouse, stile Zerg con raffreddamento incorporato
Zephyr Gaming Mouse è disponibile anche in una più elegante colorazione bianca

Per il resto la ventola è un accessorio utile, curioso, non indispensabile ma che può far piacere in un torneo difficile e con lunghe sessioni di gioco, a patto di risolvere il problema della vibrazione.

In definitiva un buon mouse a filo, preciso e grintoso nel look, con qualche soluzione originale a bordo: un buon affare se approfittate della campagna Kickstarter attiva, dove il prodotto può arrivare ad un prezzo di 79 dollari (50% di sconto rispetto al prezzo finale), assolutamente conveniente per un mouse di questo tipo, mentre appare un po’ caro se acquistato a pieno prezzo, dopo la campagna.

Recensione Zephyr Gaming Mouse, stile Zerg con raffreddamento incorporato

Pro:

• Look deciso e da gamer
• Alta precisione
• Reparto RGB interessante
• Ventola incorporata

Contro:

• Da rivedere le vibrazioni
• Manca un adattatore USB-C
• Mancano i driver software

Prezzo:

• 79,00 Dollari (fino a fine campagna Kickstarter, poi circa 159 Dollari

Zephyr Gaming Mouse è disponibile attualmente solo nelle pagine di Kickstarter, più avanti sarà disponibile anche presso Amazon.it nelle colorazioni bianche e nere

REVIEW OVERVIEW

Design
Facilità d'uso
Prestazioni
Qualità/Prezzo

Offerte Speciali

Su Amazon iPhone SE 2020 è già al prezzo più basso: 464 €

iPhone SE 2020 64GB al prezzo minimo: 414,99€

Su eBay comprate in forte sconto tutti gli iPhone SE: prezzo da 414 euro, 85 euro meno del prezzo Apple!
Pubblicità
Pubblicità

Seguici e aggiungi un Like:

64,721FansMi piace
93,875FollowerSegui