Salone del libro 2014: le dieci migliori startup dell’editoria digitale

Al Salone del libro 2014 sono state scelte le dieci migliori startup dell'editoria digitale: saranno presentate a Lingotto Fiere a Torino dall'8 al 12 maggio 2014 in una sezione tutta dedicata agli ebook.

Al Salone del libro 2014 sono state scelte le dieci migliori startup dell’editoria digitale: alla fiera internazionale di Torino le imprese scelte nell’ambito del concorso Book to the future saranno presentate in una sezione interamente dedicata a loro e agli ebook più innovativi. Il Salone internazionale del libro, giunto alla 27° edizione, si terrà a Lingotto Fiere a Torino dall’8 al 12 maggio 2014.

Le dieci startup che saranno presenti nell’area di Book to the future del Salone del libro 2014 sono state selezionate nell’ambito di un bando internazionale cui hanno risposto oltre 50 aziende da tutta Europa (Macity ne parla in questo articolo). Il progetto aveva come obiettivo dare voce alle giovani imprese che contribuiscono a trasformare e a sviluppare il prodotto editoriale in formato digitale per far sì che vada oltre al “tradizionale” ebook.

Hanno ricevuto la possibilità di esporre al Salone del Libro 2014 dieci startup, di cui 7 nuove imprese italiane italiane: 20lines – Treviso (piattaforma per il social reading che consente di scrivere leggere e condividere racconti brevi), JB Lab – Torino (premiata per l’ebook e l’app Grimm-Grow In MultiMedia), MaieuticaLabs – Torino (selezionata per Cloudschooling, piattaforma digitale dedicata all’apprendimento per scuole secondarie), Pubcoder di Torino (premiata per il software che permette di realizzare ebook multimediali, già presentata da Macity qui), Spam – Milano (startup che si è distinta per la rivista gratuita Spam  Magazine realizzata con l’uspo della realtà aumentata), Two Reads – Venezia (specializzata nella ricerca bibliografica intelligente), Xoonia – Milano (premiata per software interattivi che permettono di interagire con uno schermo attraverso i movimenti delle mani e del corpo).

Tre le startup straniere che hanno ottenuto una vetrina al Salone del libro 2014: Timbuktu – San Francisco Usa (prodotti digitali per bambini), Bliu Bliu – Vilnius (startup nata in Lituania che si occupa di apprendimento delle lingue straniere), Newscron – Lugano (startup che ha ideato un aggregatore di contenuti per leggere giornali, riviste, portali).

Le startup premiate hanno creato e presentato al Salone del libro 2014 ebook innovativi, realizzato con un uso originale delle tecnologie e caratterizzati da creatività, fattibilità dei progetti e capacità di ingaggio di editori e di lettori. Al centro dell’area dedicata alle startup ci sarà un’arena dedicata ad attività esperienziali rivolte al pubblico e agli addetti ai lavori, per scoprire e comprendere le potenzialità delle innovazioni tecnologiche applicate all’editoria.

Il premio alle startup dell’editoria digitale è solo uno dei progetti che nell’ambito del Salone del libro 2014 sono dedicati agli ebook: nella sezione Book to the future si terranno 40 incontri dedicati a e-Publishing, social reading, nuovi modelli di distribuzione dei contenuti in rete, rete e creatività, diritti e doveri nel mondo di Internet, ci saranno incontri realizzati in collaborazione con il Digital Festival, focus sul data journalism. Insomma, un’edizione, quella del Salone del Libro 2014, che sembra avere tutte le intenzioni di aprirsi all’editoria e alle librerie 2.0.

Salone_Libro_Torino_2012_