Come scrivere automaticamente le emoji con il Mac

Ecco una semplice guida per digitare velocemente emoji su Mac, un po’ come accade per i suggerimenti rapidi sulla nuova tastiera iOS 11

I fan delle “faccine” hanno ora la possibilità di scrivere automaticamente le emoji con il Mac in modo semplice e veloce. Questa funzione è già attiva su iOS 11 dove basta semplicemente toccare i suggerimenti rapidi che appaiono nella barra in alto quando si scrivono determinate parole. Su Mac non esiste nulla di simile, ma esiste un sistema simile 

È possibile, ad esempio, impostare determinate scorciatoie, per far apparire la propria email, semplicemente digitando “@@@”, così come è possibile inserire numeri di telefono, o indirizzi, scrivendo soltanto una scorciatoia. Utilizzando questo sistema è possibile inserire facilmente emoji. Il trucco è semplice: aprire il pannello Impostazioni->Tastiera->Testo. In questa finestra è sufficiente cliccare sull’icona “+” per aggiungere una scorciatoia.

Per riuscire a digitare emoji velocemente è necessario impostare nel campo “sostituisci” le varie parole cui corrisponderanno le emoji, da inserire nel campo “Con”. Ad esempio, è possibile scrivere “:sorriso”, per far apparire immediatamente “😀”, o ancora scrivere “:triste”  per veder apparire ” 😔”. Per poter scegliere le icone da inserire nel campo “Con”, da sostituire alle scorciatoie è sufficiente seguire questa procedura:

  1. Scrivere la scorciatoia nel campo “Sostituisci”;
  2. Selezionare con il cursore il campo “Con” e premere contemporaneamente sulla tastiera ctrl+cmd+barra spaziatrice”, in modo da far aprire il pannello di emoji tra cui scegliere.

scrivere automaticamente le emoji con il Mac
Il consiglio è quello di impostare scorciatoie con parole che non si usano di frequente. Ad esempio, è sconsigliabile associare la faccina sorridente alla parola “sorriso”, o “triste” alla faccine triste. Si consiglia di inserire, allora, “:sorriso”, o ” :triste”, con i due punti. In questo modo si avrà possibilità di scegliere se scrivere la parola “sorriso”, o la emoji, a seconda che si inseriscano i due punti, o meno nel testo digitato.