Speechless, l’app che converte in testo i messaggi vocali di WhatsApp

Speechless è una nuova applicazione che "ascolta" i messaggi vocali al posto dell’utente e glieli restituisce sotto forma di testo: funziona gratuitamente con note audio non più lunghe di 15 secondi

speechless

I messaggi vocali sono davvero comodi per chi li invia, specialmente se si hanno le mani impegnate: alla fine non si deve far altro che “parlare al telefono” e recapitare poi il messaggio con un click. Ma chi li riceve non sempre potrebbe essere in grado di poterli ascoltare subito, soprattutto quando se ne ricevono diversi oppure superano il minuto di lunghezza e il luogo in cui ci si trova non ne permette l’ascolto immediato.

Se è infatti vero che basta avvicinare lo smartphone all’orecchio per spostare l’ascolto della nota audio dall’altoparlante alla capsula auricolare del dispositivo e dare così un po’ di privacy al contenuto del messaggio, durante una riunione di lavoro o nel bel mezzo di una cena con gli amici potrebbe risultare scortese nei confronti dei presenti, ancor più del già insopportabile messaggiare.

speechless converte in testo i messaggi vocali

Ma se non si può ascoltare subito, come si fa a sapere se il messaggio può aspettare o se merita una risposta immediata? Senza considerare l’alone di curiosità che irrimediabilmente si crea ogni volta che si riceve un messaggio vocale. A questo impedimento ci ha pensato Becreatives Srl realizzando un’applicazione ad hoc che fa il lavoro sporco al posto nostro: si chiama Speechless e ascolta la nota audio al posto nostro, traducendocelo poi in un messaggio di testo.

Non bisogna far altro che selezionare la nota vocale e inoltrarla all’applicazione attraverso il tasto Condividi: sarà poi compito del software scaricare il file audio per farlo “tradurre” ai server che restituiranno successivamente il contenuto del messaggio sotto forma di testo, che si potrà poi copiare negli appunti, inviare per email o condividere in una delle qualsiasi applicazioni presenti nel dispositivo.

speechless

L’applicazione è già localizzata in dieci lingue e comprende già l’italiano (Il team BeCreatives che l’ha sviluppata ha sede a Bergamo). E’ disponibile per iOS e Android e per quanto riguarda iPhone, funziona con qualsiasi memo vocale registrato attraverso l’app di sistema. Il software è già in grado di leggere anche le note vocali inviate o ricevute tramite Whatsapp, mentre al momento non è compatibile con le note audio di Telegram.

L’app si scarica gratuitamente e non richiede alcun costo per la conversione delle note vocali non più lunghe di 15 secondi: tramite un acquisto in-app di 2,29 euro è possibile rimuovere questo limite, convertendo qualsiasi nota vocale fino a 5 minuti di durata.