Questo sito contiene link di affiliazione per cui può essere compensato

Home » Hi-Tech » Voci dalla Rete » Sta per cominciare la guerra degli eBook

Sta per cominciare la guerra degli eBook

Con una mossa che ha colto di sorpresa anche gli analisti (ma questo non è troppo difficile), il colosso dei libri Barnes&Noble, conosciuto per la sua catena di mega-librerie negli Stati Uniti, mette il piede nel settore dei libri digitali acquistando per 15.7 milioni di dollari Fictionwise.com, l’editore indipendente di eBook e print-on-demand.

La mossa fa parte della strategia di B&N per lo sbarco nel settore dei libri digitali. Non c’è solo la minaccia di Amazon, infatit, che ha appena lanciato la seconda versione del suo lettore basato su tecnologia E-Ink, Kindle, e a seguire la versione software gratuita per iPhone con account americano. Anche Sony, che per lungo tempo ha guidato la fascia di mercato dei produttori di eBook Reader con la sua serie basata su E-Ink, aveva da tempo stretto un accordo con l’altra grande catena della distribuzione libraria statunitense, Borders, per vendere i suoi apparecchi nelle loro librerie.

Fictionwise è uno degli editori digitali più radicali tra quelli commerciali, perché predica da tempo l’utilizzo di formati aperti. Questo non vuol dire che i libri non siano protetti digitalmente dalla copia (il fatto che rende meno appetibile il possesso/affitto di un libro digitale dall’acquisto di un libro cartaceo), ma che invece i lettori digitali potrebbero diventare irrilevanti perché il software sarebbe uguale per tutti in quanto in grado di leggere gli stessi formati

Questa nuova ondata di interesse per i libri digitali stupisce molto gli addetti ai lavori. Nonostante Amazon da tempo stia puntando molte delle sue carte in questo settore, e sia stata guardata con profondo scetticismo dagli addetti ai lavori, il settore dei libri digitali viene visto come morto e stramorto: in dieci anni non è riuscito mai a decollare anche se quasi tutti i grandi editori e i grandi produttori di tecnologie convenzionali (Microsoft e Adobe, oltre a Sony e Philips) hanno provato a lanciare i loro prodotti hardware e software.

I lettori di libri, che finora parevano assolutamente disinteressati ai libri in formato digitale (perché costano, perché gli apparecchi non funzionano bene e perché “il fascino della carta e la possibilità  di sfogliarla sono impagabili”, le tre spiegazioni più comuni), adesso sembrano all’improvviso ipnotizzati dall’idea di saltare il più velocemente possibile sul carro dei lettori digitali. E ovviamente, con loro e più velocemente di loro, stanno facendo altrettanto gli analisti e i cosiddetti “esperti di settore” che scoprono solo oggi o al massimo da qualche anno un settore che è al centro di studi, sperimentazioni e riflessioni da quasi un trentennio.

Sta insomma per scoppiare una vera e propria guerra degli eBook e sarà  molto interessante vedere quando i grandi gruppi che si sono scottati negli anni passati (a cavallo della bolla della New Economy, soprattutto) avranno il coraggio di provare di nuovo oppure verranno travolti dagli innovatori che sfruttano un buon tempismo, elemento fondamentale nel successo insieme alla tecnologia e al prezzo giusti.

Offerte Apple e Tecnologia

Le offerte dell'ultimo minuto le trovi nel nostro canale Telegram

Top offerte Apple su Amazon

Mac mini M2 Pro in sconto del 21%, risparmiate 330 €

Su Amazon torna in sconto e va al minimo il Mac mini M2 Pro. Ribasso a 1249 €, risparmio da 330 €

Ultimi articoli

Pubblicità