fbpx
Home Macity Network SupRemo, il software italiano di controllo remoto del PC sbarca su Mac:...

SupRemo, il software italiano di controllo remoto del PC sbarca su Mac: la recensione

Oggigiorno il mondo del lavoro è sempre più dinamico, e in questi mesi ci siamo accorti di quanto possa essere importante poter controllare il proprio PC anche da remoto. SupRemo è un software che consente il controllo remoto di PC, Mac e Linux (tramite Wine) e può essere usato anche da Android e iOS in maniera semplice e sicura, oltre che gratuita per un utilizzo personale e non continuativo. Ecco di che si tratta.

Prima ancora di vedere cosa SupRemo è in grado di fare, è bene capire quali collegamenti consentono le diverse versioni del software. 

In particolare, la versione per macOS permette di connettersi a Mac, PC Windows e Linux (quest’ultimo in sola visualizzazione), e di essere controllato da Mac, Windows e Linux, oltre che da dispositivi iOS e Android. La versione Windows offre la stessa tipologia di collegamenti. 

Le app per iOS e Android, invece, permettono di controllare un Mac, un PC Windows e una macchina Linux, ma per il momento non possono essere a loro volta controllati.

Per iniziare a utilizzare SupRemo non è necessaria alcuna configurazione o setup iniziale: è sufficiente scaricare il software dal sito o installare l’app da qui

Per le versioni macOS 10.14 e superiori, occorre anche configurare le autorizzazioni di sistema con una procedura di pochi clic completamente guidata.

Connessione

Il funzionamento di SupRemo è presto detto. Avviando l’app si avrà una schermata iniziale di facilissimo utilizzo in cui troveremo sulla sinistra due valori: codice ID e password. Questi saranno i dati che dovremo utilizzare per controllare a distanza il nostro PC/Mac o  comunicare a qualcuno per permettergli di controllarlo, come ad esempio al tecnico che deve risolvere un problema.

Sulla parte destra, invece, sarà presente un campo di testo dove inserire l’ID del dispositivo che si desidera controllare: inserendo l’ID e successivamente la password, sarà possibile attivare la connessione tra i due dispositivi grazie a SupRemo.

Supremo

Da notare, che il sistema sopra menzionato, richiede comunque un intervento manuale, ma SupRemo consente anche l’utilizzo per un accesso automatico su una macchina non presidiata; feature fondamentale per chi da casa deve collegarsi al PC/Mac dell’ufficio (particolarmente utile soprattutto in questo periodo in cui gli spostamenti potrebbero essere limitati da un giorno all’altro).

Collegamento automatico

Per poter accedere in qualsiasi momento e senza intervento umano ad un PC remoto utilizzando SupRemo, sarà necessario attivare l’accesso automatico sicuro per il controllo non presidiato. In questo modo, sarà possibile avviare automaticamente SupRemo all’accensione o al riavvio del dispositivo.

La password necessaria per accedere ad una macchina su cui è installato SupRemo cambia ogni volta che l’applicativo viene chiuso e riaperto.

È per questo motivo, allora, che nel momento in cui si ha la necessità di usare SupRemo per connettersi sistematicamente ad una macchina non presidiata, è necessario impostare una “Password secondaria”, che sarà scelta dall’utente e varierà soltanto a seguito di un intervento manuale da parte dello stesso.

Supremo

In questo modo, sarà sempre possibile collegarsi alla macchina da controllare, anche a seguito di riavvio, proprio perché la password per il collegamento rimarrà sempre la stessa, sebbene la password visibile sulla schermata principale risulti modificata.

Per poter configurare questo meccanismo di accesso non presidiato, sarà necessario aprire  il programma e cliccare sull’icona Strumenti. Da qui, alla voce Sicurezza, impostare la password secondaria fissa e salvare le modifiche.

Ancora, sulla stessa schermata, selezionando la voce “Avanzate”, si dovrà cliccare “Installa” nel campo “Esegui SupRemo all’avvio del sistema”. A questo punto, dopo aver riavviato la macchina, la procedura sarà conclusa, potendo controllare da remoto il dispositivo così impostato, anche senza il presidio di un utente. 

Come detto, la password variabile visibile nella schermata principale di SupRemo continuerà ad essere valida anche in caso di impostazione della password secondaria e fissa. Sarà quindi possibile collegarsi al Mac tramite SupRemo con entrambe le password.

Ovviamente, sarà anche necessario – sulla macchina da controllare – disabilitare ogni forma di risparmio energetico.

Rubrica

L’ultimo tab presente nella schermata principale (se si esclude Licenza per la gestione degli abbonamenti) è quello relativo alla Rubrica. Con SupRemo è infatti possibile creare gratuitamente una rubrica contatti illimitata,  che consente di memorizzare i dati di accesso alle macchine dei propri clienti e connettersi velocemente ad esse ovunque ci si trovi, in mobilità e sicurezza. 

Report

Tramite una semplice registrazione su una piattaforma WEB collegata a SupRemo che può essere utilizzata anche per la rubrica, è possibile ottenere i report online delle sessioni di controllo effettuate. Le informazioni visualizzate, filtrabili per periodo di tempo, possono anche essere esportate ed utilizzate per la fatturazione dell’assistenza fornita ai propri clienti. 

Utilizzo

Abbiamo testato l’app con diversi dispositivi. La prima caratteristica che abbiamo notato è la semplicità di utilizzo. Abbiamo provato a controllare un Mac da dispositivi mobili, come tablet Android e iPad. 

Il collegamento è immediato e intuitivo, anche se per il controllo totale è sempre meglio avere collegato un mouse per tablet perché nelle situazioni in cui non compare la barra di scorrimento non si riesce a scrollare la pagina. 

Per quel che concerne gli input, invece, è possibile un controllo da tablet e smartphone, anche senza tastiera esterna collegata.

Supremo

Ovviamente, il controllo più efficiente e comodo si ottiene utilizzando un altro PC o Mac: questo è infatti lo scenario più frequente di utilizzo di SupRemo.

Importante notare anche il supporto Multi-monitor che se ci si connette in remoto a un dispositivo collegato a più monitor, consente di passare facilmente dall’uno all’altro grazie ad  un’icona presente sulla barra degli strumenti che appare anche quando si è collegati da smartphone o tablet.

Nel complesso, SupRemo si dimostra all’altezza di tutte le promesse. La connessione tra i diversi dispositivi è sempre veloce e puntuale, e come ben sa chi ha già avuto esperienza d’uso di questo genere di applicativi, queste sono le caratteristiche più importanti insieme all’immediatezza che pure non manca al prodotto.

Prezzi e disponibilità

SupRemo è disponibile in versione gratuita per uso esclusivamente privato non frequente e non continuativo. Per quanti avessero necessità di un uso professionale sono disponibili diversi piani di abbonamento a partire da 5 euro/utente al mese

Altro aspetto molto importante da considerare è che una licenza può essere attivata ed utilizzata su un numero illimitato di PC e Mac, con l’unico limite nel numero di connessioni che potranno essere stabilite contemporaneamente, che dipenderà dal numero di connessioni acquistate con il piano di abbonamento. 

Questo vuol dire che il piano con 1 sola connessione per volta permetterà di inserire la licenza sia nel PC/Mac dello studio, sia in quello di casa, potendo l’utente connettersi da uno dei due indistintamente. 

Potete scaricare SupRemo a questo indirizzo per PC, Mac o Linux, mentre a questo indirizzo è disponibile l’app per iPhone e iPad. Da qui si scarica la versione Android.

Offerte Speciali

Su Amazon torna Mac mini M1 in pronta spedizione

Mac mini M1 con SSD 256 GB al minimo storico: solo 744 € su Amazon

In offerta con sconto di più di 50 € su Amazon il recentissimo Mac mini con processore M1: 8 core grafici e 8 core di calcolo con SSD da 256 GB per sfruttare al massimo anche macOS Big Sur.
Pubblicità
Pubblicità

Seguici e aggiungi un Like:

64,803FansMi piace
93,024FollowerSegui