fbpx
Home Hi-Tech Finanza e Mercato TikTok «Scioccati» dall’ordine di Trump «È illegale»

TikTok «Scioccati» dall’ordine di Trump «È illegale»

Il piano Rete Pulita annunciato nelle scorse ore e l’ordine esecutivo del presidente Donald Trump che di fatto vieta a ByteDance, società che controlla il social, qualsiasi operazione negli USA sono illegali. Non sorprende la reazione di TikTok alle ultime mosse di Trump e dell’amministrazione USA: il social si dichiara scioccato, ritiene il blocco illegale e annuncia che farà opposizione intraprendendo qualsiasi rimedio legale e costituzionale.

«Siamo scioccati dal recente Ordine Esecutivo, emesso senza un giusto processo. Per quasi un anno, abbiamo cercato di impegnarci in buona fede con il governo degli Stati Uniti per fornire una soluzione costruttiva alle preoccupazioni che sono state espresse. Ciò che abbiamo riscontrato invece è stato che l’Amministrazione non ha prestato attenzione ai fatti, ha dettato i termini di un accordo senza passare attraverso procedimenti legali standard e ha cercato di inserirsi nelle negoziazioni tra imprese private […]

 

Non vi è stato, e continua a non esserci, alcun giusto processo o aderenza alla legge. Il testo della decisione indica chiaramente che si è fatto affidamento su “rapporti” senza nome senza citazioni, si teme che l’app “possa essere” utilizzata per campagne di disinformazione senza prove di tali paure.

Questo Ordine Esecutivo rischia di minare la fiducia delle imprese globali nell’impegno degli Stati Uniti per lo Stato di diritto, che è servito da calamita per gli investimenti e ha stimolato decenni di crescita economica americana. E costituisce un precedente pericoloso per il concetto di libera espressione e mercati aperti. Perseguiremo tutti i rimedi a nostra disposizione al fine di garantire che lo stato di diritto non venga scartato e che la nostra azienda e i nostri utenti siano trattati in modo equo, se non dall’Amministrazione, dai tribunali statunitensi».

Le dichiarazioni di TikTok non riguardano esclusivamente l’ordine esecutivo di Donald Trump, di cui abbiamo riferito in questo articolo, ma anche l’ingresso dell’Amministrazione USA nelle trattative tra Microsoft e TikTok per la cessione delle attività in USA e altri stati, per evitare il blocco totale minacciato negli scorsi giorni da Trump.

Le dinamiche ricalcano quasi pedissequamente i veti e il blocco totale di Trump contro Huawei e ZTE, i primi due colossi della tecnologia cinesi indicati come non affidabili e pericolosi per la sicurezza nazionale, tanto da essere banditi negli USA. Anche Huawei ha sempre respinto tutte le accuse, in primis quella di collaborare e fornire dati e accesso ai propri dispositivi al governo cinese. Anche Huawei negli scorsi mesi si è opposta a bando e ordine esecutivo del presidente USA, anche per vie legali, ma finora poco o nulla è servito e poco o nulla è cambiato.

Tutti gli articoli di macitynet che parlano di Microsoft e TikTok sono disponibili ai rispettivi collegamenti. Invece per tutti gli articoli che parlano di Finanza e Mercato sono disponibili ai rispettivi collegamenti.

Offerte Speciali

Su Amazon tornano gli Airpods e sono ancora apprezzo minimo: 138,99€

Airpods 2 ad un prezzo “cinese”: 110,69 euro. È il più basso di sempre!

Su Amazon gli AirPods 2 scendono al minimo storico: solo 110,69 euro, il prezzo di discrete cuffiette cinesi
Pubblicità
Pubblicità

Seguici e aggiungi un Like:

64,705FansMi piace
93,889FollowerSegui