Tre cose che Apple deve fare per trasformare Apple TV in console per giochi

I giochi ci sono ma i titoli importanti scarseggiano e quelli convertiti spesso vengono rimossi, come è successo per Minecraft. Alcuni programmatori dicono la loro su Apple TV come console per giochi. spiegando cosa Cupertino dovrebbe fare per migliorare la situazione

Apple TV come console per giochi, ecco le 3 cose che Apple deve fare

Hardware e funzioni si prestano bene per usare Apple TV come console per videogiochi ma il set top box di Cupertino in questo settore non è ancora riuscito ad ottenere un successo consolidato. I titoli non mancano ma per lo più si tratta di giochi gratuiti mordi e fuggi, mancano i giochi più famosi e ricercati dagli utenti e quelli che approdano su Apple TV spesso vengono poi rimossi, come è successo recentemente per Minecraft.

I programmatori dicono la loro sullo stato di Apple TV come console per giochi. Secondo alcuni la rimozione di Minecraft è stata decisa perché gli utenti da Apple TV sono pochi e non vale la pena sostenere costi di aggiornamento e server per un pubblico limitato. Secondo altri invece si è trattato semplicemente di una scelta strategica: Microsoft potrebbe aver deciso di terminare Minecraft per Apple TV perché non rientra nelle sue strategie, e non per una questione di rapporto tra numero di utenti e costi.
Apple TV come console per giochi, ecco le 3 cose che Apple deve fareAltri ancora invece sostengono che anche se i numeri di Apple TV non sono ancora grandi, è nell’interesse di programmatori e publisher essere presenti su questa piattaforma perché la base di installato è in continua crescita e soprattutto perché Apple TV è perfetta per introdurre al gaming nuovi utenti che non hanno mai preso in considerazione i videogiochi.

Tra tutti gli interventi spicca quello di Patrick Logan che indica le 3 cose che Apple dovrebbe fare per sostenere meglio e con più forza l’uso di Apple TV come console per giochi, come dichiarato nell’intervista di ArsTechnica. Innanzitutto all’interno della confezione ci dovrebbe essere un controller adatto al gaming, completo, ricco di funzioni e marchiato Apple.
Apple TV RemoteQuesto è un pezzo del puzzle ben noto agli appassionati di giochi che hanno acquistato una Apple TV: per i titoli più complessi ma anche i giochi di azione e molti altri ancora, il telecomando Remote incluso non è adatto. Può bastare per gli endless runner e i titoli più semplici: superata questa soglia occorre un joypad o un controller più preciso e completo.

In secondo luogo Apple dovrebbe pubblicizzare meglio Apple TV come console per giochi. Finora questo è stato fatto poco e non benissimo: per l’ultima generazione di Apple TV Cupertino indica l’esistenza di un App Store dedicato, ma i giochi sono sempre in secondo piano rispetto alle funzioni audio, video, streaming e così via.

Infine Cupertino dovrebbe investire moltissimo denaro per sostenere giochi in esclusiva, conversioni di titoli di primo piano e persino presenziare con Apple TV nelle più importanti fiere ed eventi dedicati al gaming. Secondo Hogan solo in questo modo Apple potrebbe riuscire a infrangere il problema dell’uovo e della gallina, portando nuovi e più numerosi clienti su Apple TV, rendendola così una piattaforma allettante per gli sviluppatori.