HomeMacityBusiness Office e ProfessionistiTrimestre da incubo per Foxconn, profitti in calo del 90%

Trimestre da incubo per Foxconn, profitti in calo del 90%

Il principale assemblatore di iPhone di Apple, Foxconn, ha registrato un calo di quasi il 90 percento negli utili del primo trimestre, come risultato della crisi sanitaria globale, che ha colpito praticamente qualsiasi settore dell’economia. Il peggio, dichiara però il produttore, è passato e la società si “stabilizzerà nel secondo trimestre”.

Per di più Foxconn si aspetta che i ricavi mostrino una crescita a doppia cifra rispetto al primo trimestre. La società ha registrato un utile netto di 2,1 miliardi di dollari per il trimestre gennaio-marzo, ben al di sotto della stima del Refinitiv di 8,88 miliardi, ricavata da 14 analisti.

Foxconn ha ridotto le prospettive di entrate per il 2020 lo scorso marzo, dopo che sono state applicate severe quarantene negli stabilimenti cinesi durante lo scorso mese di febbraio, nel pieno della crisi, adesso pressoché risolta nel paese con il ritorno al lavoro della quasi totalità delle maestranze.

Apple ha venduto meno di 500.000 iPhone nel periodo di riferimento, con un crollo del 60% nelle vendite del proprio smartphone, rispetto al trimestre di febbraio 2019. Foxconn ha continuato a subire il più grande calo delle entrate su base mensile degli ultimi sette anni, e ciò solo per via delle misure di contenimento.

Foxconn mette in quarantena gli operai degli iPhone e riduce le previsioni

Il produttore aveva affermato in precedenza che l’epidemia aveva avuto un “impatto piuttosto limitato” sulla produzione di “iPhone”, suggerendo che le sue fabbriche in altri paesi come Vietnam, India e Messico erano state in grado di colmare il divario. Sicuramente vero, ma evidentemente la domanda dei clienti tendente verso un netto ribasso ha generato queste perdite importanti, con i profitti in calo del 90%.

Ad oggi, comunque, Foxconn ha ripreso le normali operazioni in tutte le sue principali fabbriche in Cina, anche grazie alla situazione sanitaria ritenuta adesso stabile nel paese.

Tutte le notizie di macitynet che parlano di FoxconnCoronavirus e Apple sono disponibili ai rispettivi collegamenti.

Offerte Speciali

macbook pro 16 in sconto su amazon

MacBook Pro M1 16 da 512 GB torna al minimo a 2399 € ed è spedito subito

Su Amazon comprate in sconto di 450 euro il MacBook Pro 16" con processore M1 da 52 GB. Ribasso del 16% e pagamento a rate senza interessi né garanzie e spedizione immediata.
Pubblicità

Ultimi articoli

Pubblicità

Iguida

Faq e Tutorial