Un Apple I con accessori all’asta da Christie’s a prezzi stratosferici

Di nuovo un Apple I all'asta e ancora cifre record previste per chi vuole portare a casa un pezzo di storia dell'informatica.

Apple I all'asta

Accessori e dispositivi Apple di vecchia generazione, se conservati adeguatamente possono valere una fortuna. Lo dimostra l’iPod del 2001 ancora sigillato messo all’asta a cifre folli ma ancora di più vale il mitico Apple I. Più volte questa macchina è stata battuta all’asta per cifre record e una nuova per la compravendita di Christie’s, promette faville per un Apple 1 che sarà messo in vendita dal 16 al 23 maggio, con un prezzo che, si prevede, potrebbe arrivare ai 630.000$. Altri Apple I, in precedenti aste sono stati vendute a cifre record: 815.000$ la prima volta e molto meno (ma sempre prezzi folli) la seconda: 210.000$.

L’Apple I in vendita, riferisce la più grande casa d’aste al mondo, è pienamente funzionante e include vari accessori e memorabilia varia, inclusi biglietti da visita originali e copie di accordi con il poco lungimirante Ronald Wayne (il terzo sociò che abbandono Apple dopo pochissimo tempo dalla creazione dell’azienda). Dovrebbe essere il decimo Apple I prodotto dalla Mela.

La storia di come nacque Apple e l’Apple 1 è nota (l’abbiamo raccontata in dettaglio qui). Il primo computer della Mela era semplicemente una scheda madre assemblata da installare in un case di legno; per ottenere un computer funzionante bisognava aggiungere alimentatore, tastiera e schermo.

Apple I all'asta

Qualche tempo addietro, il collezionista italiano Marco Boglione, imprenditore e presidente di Basicnet, si era aggiudicato l’Apple I in una precedente asta per una somma inferiore (superiore ad ogni modo ai 150mila euro): su questa pagina trovate il filmato e i servizi di macitynet sulla sua accensione in un evento dedicato nel 2011.

L’Apple I fu presentato nell’aprile 1976 all’Homebrew Computer Club di Palo Alto e fu commercializzato dal luglio 1976 all’agosto 1977 inizialmente al costo di 666,66 dollari, per una produzione complessiva di circa 200 esemplari.

Pare che dei 200 Apple I realizzati, ne esistono ancora in circolazione circa 70 e di questi sono solo sette quelli ancora funzionanti. Anche Steve Jobs conservava nel suo ufficio un Apple I, macchinba che ora è in mostra al Living Computers: Museum + Labs di Seattle fondato da Paul Allen, cofondatore di Microsoft.