Utenti accusano Apple di vendere dati relativi agli ascolti di iTunes

Un gruppo di utenti statunitensi cita in giudizio Apple perché - a loro dire - venderebbe - senza il loro consenso - dati su ascolti e acquisti di brani con iTunes.

Utenti accusano Apple di vendere dati relativi agli ascolti di iTunes

Apple è stata citata in giudizio da un gruppo di utenti secondo i quali l’azienda divulga illecitamente e vende informazioni in merito agli acquisti effettuati su iTunes, ma anche dati personali, un modo di procedere del tutto opposto a quanto pubblicizzato con la campagna “Ciò che accade sul tuo iPhone, resta sul tuo iPhone”.

A riferire della causa è Bloomberg spiegando che utenti del Rhode Island e del Michigan, hanno citato in giudizio Apple venerdì 24 maggio presso una corte federale di San Francisco, affermando di rappresentare “migliaia di persone” che risiedono nel proprio Stato d’origine secondo le quali Apple avrebbe intercettato l’ascolto dei loro brani rivelando dettagli a terzi senza il loro consenso.

“La divulgazione di dati personali sui clienti iTunes non è solo un atto illegittimo ma anche pericoloso”, si legge nei documenti, “perché consente di prendere di mira le fasce più vulnerabili della società”.

“Una persona o un’entità, può ad esempio, ottenere dati di ascolto con nomi e indirizzi di tutti le persone non coniugate donne con istruzione universitarie, selezionare quelle di età superiore a 70 anni e con un reddito superiore a 80.000$ l’anno che hanno acquistato musica country da Apple con l’applicazione mobile dell’iTunes Store”. “Liste di questo tipo”, si legge ancora, “sono in vendita per circa 136$ per ogni migliaio di clienti”.

La richiesta è di 250$ per ogni cliente iTunes del Rhode Island per il quale sono state divulgate informazioni, e 5000$ per ogni cliente del Michigan, secondo quanto previsto dalle rispettive normative sulla privacy. Nel momento in cui scriviamo nessun portavoce di Apple ha replicato alle affermazioni. Sul caso, ribattezzato “Wheaton v Apple Inc” si pronuncerà la Corte Distrettuale del Northern District of California (San Francisco).