fbpx
Home Macity In Evidenza Wi-Fi: Totem wireless in Italia

Wi-Fi: Totem wireless in Italia

Una delle recenti applicazioni pratiche, conseguenti al via libera dato dal ministro Gasparri per le WLAN nei luoghi pubblici, è la sperimentazione di Telecom Italia.
Già  altri operatori si stanno dando da fare: a cominciare da Megabeam ma anche da ADR Tel che sperimenta la diffusione di Wi-Fi oltre a tutti i servizi telefonici all’interno dell’aeroporto Leonardo da Vinci di Roma; il Marriott hotel di Milano che già  dispone della copertura Wi-Fi (grazie a Colt) potrà  finalmente dichiararla aperta al pubblico e non limitata solo all’uso privato, come viene specificato ora.
In Europa, questi point of access wireless pubblici, sono attivi con tempi e modalità  differenti nei vari stati: in Austria, Danimarca, Finlandia, Irlanda, Olanda, Portogallo e Svezia possono già  operare nella banda 2,4 e 5 GHz; in Belgio e Germania i carrier devono ricevere licenze specifiche; in Gran Bretagna sono legali i wireless da 2,4 GHz dallo scorso luglio; Francia, Grecia, Lussemburgo e Spagna si associano all’Italia per essere ancora non regolamentate ufficialmente per l’uso pubblico (a parte il recente decreto Italiano che inizia a “tastare il campo” con autorizzazioni sperimentali).

La UE è stata sollecitata più volte per un’unica regolamentazione.

Ma torniamo alle applicazioni pratiche: curiosa l’idea della italiana Freestation: i Totem multimediali.
Lasciamo perdere l’abusato aggettivo e concentriamoci sulle sue capacità  wireless.
In totale i 420 totem sono/saranno sparsi nelle maggiori stazioni ferroviarie (Milano Centrale, Roma Termini, Bologna Centrale, Torino Porta Nuova e Venezia Santa Lucia), aeroporti, hall di alberghi, università , librerie e grandi magazzini (Messaggerie Musicali di Roma e Milano, LR Zone di La Rinascente Duomo), etc. per dieci minuti al giorno, chiunque, potrà  avvicinarsi ed usufruire di un collegamento Wi-Fi.
Esiste anche un accordo con Vitaminic per il download/ascolto di file MP3.
Oltre a Wi-Fi sarà  presto installata anche una postazione Bluetooth negli stessi totem di Freestation, Gruppo TC Sistema.
Quando poi il Ministero delle Comunicazioni autorizzerà  i servizi a pagamento nei luoghi pubblici per le connessioni wireless l’utilizzo di questi hot spot pubblici costerà  0,10 euro al minuto (tramite Freestation Card prepapagate, in vendita nelle tabaccherie), la stessa cifra d’utilizzo dei Corner di Telecom Italia.

Offerte Speciali

MacBook Pro M1 pronta spedizione su Amazon

Risparmiate più di 200€ sul MacBook Pro M1: solo 1499 euro

Su Amazon per la prima volta va in sconto il MacBook Pro M1. Risparmiate 110 euro sul listino
Pubblicità
Pubblicità

Seguici e aggiungi un Like:

64,909FansMi piace
93,611FollowerSegui