Il 25% dei siti Internet è basato su WordPress

WordPress prosegue la sua lente ed inesorabile scalata verso la conquista del web: controlla ora il 25 per cento dei siti mondiali e quasi il 60% di quelli che sono basati su un CMS.

WordPress conquista un quarto dell’intero Web: secondo gli ultimi dati pubblicati da W3Techs ad oggi il 25 per cento dei siti web mondiali è basato su quello che può indubitabilmente definirsi il sistema di gestione dei contenuti (CMS) più usato del mondo.

“WordPress è utilizzato dal 58,7% di tutti i siti che sfruttano CMS che conosciamo, ovvero il 25,0% di tutti i siti” afferma W3Techs. Anche se questi numeri oscillano naturalmente nel corso dei mesi, la tendenza generale per WordPress è stata una crescita lenta ma costante.

Il sistema creato da Matt Mullenweg ha visto una progressiva ascesa nel corso del tempo, passando dal 13.1 per cento del 2011 al 25 per cento attuale, numero percentuale che verrà probabilmente superato entro fine dell’anno; Mullenweg vede ancora ampie possibilità di sviluppo nella conversione a WordPress per tutti coloro che al momento non stanno usando alcun CMS.

Da specificare in ogni caso la metodologia usata: W3Techs analizza i siti web, non le pagine individuali e se una tecnologia è presente su una qualsiasi delle pagine di un sito web, è considerata utilizzato dal sito intero. Inoltre, W3Techs non effettua tecnicamente la scansione dell’intero World Wide Web. Per limitare l’impatto degli spammer di dominio, solo i primi 10 milioni di siti Web sono scansionati, in base ai punteggi di popolarità forniti da Alexa e utilizzando una forbice temporale media di tre mesi. Infine W3Techs esclude sottodomini (tutti i sottodomini di wordpress.com sono conteggiati solo come un sito web) e domini reindirizzati. In tal modo i primi 10 milioni di siti web sono in realtà meno di 10 milioni.

Pur considerando tali puntalizzazioni, i dati di WordPress sono estremamente rilevanti.

mercato wordpress