Anno 2004, vivere e sognare tra elettronica e mondo digitale

di |
logomacitynet696wide

La pubblicità  su Internet supera quella radiofonica, un quinto dei navigatori statunitensi vorrebbero telefonare con VoIP, le piante adesso suonano per noi, Steve Jobs “duro d’orecchie” ha voluto l’iPod molto, molto rumoroso

Un quinto dei navigatori statunitensi vorrebbero trovare un modo per fare chiamate attraverso Internet spedendo meno. Una delle tecnologie già  conosciute ma non ancora affermate, VoIP – Voice Over Internet Protocol – sta forse per decollare negli Usa. E gli effetti potrebbero essere devastanti per quanto riguarda i fornitori di servizi di telefonia convenzionale. Anche chi si occupa di reti di telefonia mobile non ha niente da rallegrarsi: basterebbe un palmare con una scheda Wi-Fi e si potrebbero trovare “chioschi” per telefonare, grazie a convenienti tariffazioni per gli accessi agli hot spot. Da segnalare che negli Usa come in Europa buona parte dell’infrastruttura dei fornitori di servizio è basata su protocolli Ip (e Cisco è il maggior attore del mercato). Quindi, VoIP in realtà  è già  molto diffuso, anche se non lo sapevamo…

Nell’anno solare 2003 la spesa per la pubblicità  è lievitata per quanto riguarda Internet in modo sostanziale. al punto da aver raggiunto il livello di spesa del settore radiofonico, che in Gran Bretagna non è certo un attore trascurabile. Inoltre, la stessa cosa accade anche in altri mercati, come ad esempio quello dei motori di ricerca. Una delle categorie maggiormente in crescita è infatti quella della sponsorizzazione dei risultati dei motori di ricerca. Google insegna…

I giapponesi hanno una sensibilità  per l’ambiente che deriva anche dalla filosofia in cui vivono immersi da millenni. Non è quindi strano che ci sia il retrogusto dello scintoismo in una strana innovazione tecnologica: un sistema che utilizza piante (anche semplici fiori) come ancia per far emettere il suono ad un amplificatore. Il sistema, basato su un vaso di materiale plastico che “passa” le frequenze di vibrazione ai vegetali ivi contenuti, facendoli risuonare come la carta dei terminali delle casse stereo è considerato una gran sciccheria a Tokio e dintorni.

Sarebbe dovuto al fatto che Steve Job sia un po’ sordo il motivo per il quale l’iPod è più potente della maggior parte dei riproduttori di musica digitale in circolazione. Il patron di Apple, infatti, secondo Wired ha seguito molto da vicino tutte le fasi di sviluppo del gioiello di Cupertino, dando il suo contributo in praticamente tutti gli aspetti della produzione. Questo ed altro svela un articolo di Wired a proposito della “nascita dell’iPod”.