Apple vuole fare un iPhone senza scheda SIM

di |
logomacitynet696wide

Secondo alcune indiscrezioni iApple sta lavorando per creare una versione senza scheda SIM di iPhone. Un chip Rom prenderebbe il posto della schedina che abbiamo imparato a conoscere nel corso degli anni come elemento caratteristico di tutti i cellulari. L’obbiettivo è quello di svincolarsi totalmente dagli operatori per la vendite dei suoi telefoni. Ma gli ostacoli non mancano.

Apple starebbe studiando il modo di eliminare del tutto la SIM d iPhone. Ecco l’anticipazione lanciata questa sera da GigaOM che cita alcune fonti europee che avrebbero appreso dei movimenti di Cupertino. La tecnologia allo studio prevederebbe, di fatto, l’eliminazione della “schedina” presente in tutti i telefoni per sostituirla con una Flash ROM modificabile e “riscrivibile”.

Lo scenario dipinto da GigaOM è intrigante anche se non è facile dire quanto veritiero. In pratica integrando il chip di servizio che serve ad identificare il telefono sulla rete, Apple ridurrebbe il vincolo con gli operatori ai quali spetterebbe il compito di autorizzare il telefono ad operare sulla loro rete, ma non sarebbero più determinanti nella vendita degli stessi. In pratica Apple potrebbe vendere i telefoni nei suoi negozi o via Internet e svolgere l’intero processo di autenticazione via iTunes o altri dispositivi dedicati. Nel chip, sviluppato dalla specialista Gemalto (il numero uno mondiale nella produzione di SIM) avrebbe tutti gli elementi base (sicurezza di rete, identificativi e altri sistemi di registrazione) mentre quelli connessi agli operatori  come ad esempio il numero di telefono, dovrebbero arrivare dall’operatore prescelto. Apple a questo punto opererebbe praticamente come un vero e proprio intermediario, per non dire negoziante, che si frapporrebbe tra cliente e carrier.

Lo scenario è intrigante, come accennato, ma lascia aperti diversi punti interrogativi logistici (il sistema di stipula dei contratti ad esempio) e di mercato (gli operatori accetteranno facilmente di perdere totalmente il controllo sui clienti?) e anche tecnici. Ad esempio in Italia e in tanti altri paesi europei sussiste la portabilità del numero che viene svolta dall’operatore mobile e costituisce ancora oggi una poderosa leva di marketing. Un chip ROM come si comporterà di fronte ad un cliente che ha scelto un operatore e da questo ha ottenuto un numero quando decide di cambiare operatore? E che succederebbe se un cliente decidesse di abbandonare iPhone portandosi dietro il numero che ha acquisito con il contratto iPhone? Certo ci sono sistemi in grado di superare questi ostacoli, ma è del tutto evidente che senza un poderoso e pieno coinvolgimento degli operatori mobili un piano simile a quello descritto da GigaOM non può funzionare, tantomeno può funzionare in Europa dove sussistono vincoli normativi a tutela dei consumatori che rendono tutto molto più complesso anche dal punto di vista tecnologico.