Icahn rilancia la fusione Microsoft-Yahoo!

di |
logomacitynet696wide

Con una lettera indirizzata al presidente di Yahoo Roy Bostock, il miliardario Carl Icahn annuncia di aver acquistato 59 milioni di azioni Yahoo. L’obiettivo? Ottenere voti sufficienti per eleggere un nuovo consiglio di amministrazione composto da 10 uomini di sua fiducia per sostituire l’attuale direzione e riallacciare le trattative per la fusione con Microsoft. Secondo iCahn la fusione tra le due aziende è l’unica strada possibile

L’uscita di Microsoft dalle trattative per l’acquisizione di Yahoo potrebbe non essere l’ultimo episodio della vicenda. Analisti, esperti di mercati e IT, giornalisti si sono sbizzarriti negli scorsi giorni per pronosticare il futuro di Microsoft, quello di Yahoo in numerose diverse versioni che vedono le due aziende di volta in volta unite oppure condurre il proprio business in modo autonomo, a seconda dell’interpretazione. Ma, proprio quando rumors e congetture sembravano placarsi è entrato in scena il multimiliardario Carl Icahn con un’operazione che in termini tecnici è indicata come proxy fight.

In una lettera indirizzata al presidente di Yahoo! Roy Bostock, Icahn afferma che la fusione tra le due aziende e la proposta di acquisto da parte di Microsoft rappresentano l’unico passo possibile per tutelare gli azionisti Yahoo! Ponendosi come difensore di questi interessi Icahn afferma di aver acquistato negli scorsi giorni 59 milioni di azioni Yahoo! inoltre il multimiliardario comunica di aver ottenuto l’approvazione dalla Federal Trade Commission per un eventuale acquisto di altre azioni Yahoo per un valore complessivo di ben 2,5 miliardi di dollari.

L’obiettivo dell’operazione proxy fight è quello di ottenere voti sufficienti nell’assemblea degli azionisti per sostituire l’attuale consiglio di amministrazione di Yahoo con un nuovo consiglio composto da 10 persone scelte da iCahn e di sua fiducia. A questo punto la nuova dirigenza riallaccerebbe le trattative con Microsoft per procedere alla fusione-acquisizione. Tra i numerosi siti a riportare i fatti ricordiamo questo articolo di Cnet in cui è riprodotta integralmente la lettera di Carl Icahn indirizzata al presidente di Yahoo!
Negli ultimi anni Icahn è stato protagonista di altri famosi proxy fight tutti condotti nel mondo delle più grandi aziende IT, tra le ultime ricordiamo le vicende relative a Motorola e Bea Systems. Icahn è un vero esperto in questo tipo di operazioni: negli ultimi anni la maggior parte delle proxy fight intraprese si sono dimostrate un successo.