L’iPod salva una vita in Irak

di |
logomacitynet696wide

Un iPod custodito in una tasca di un soldato salva la vita al militare. Un colpo sparato a distanza ravvicinata ferma il proiettile. Foto e storia su Flickr.

L’iPod salva anche la vita. A dimostrare che tra le mille e una funzioni del player di Apple ce n’è forse una più indispensabile delle altre è un breve reportage pubblicato su Flickr che mostra un iPod decisamente malridotto, trapassato da un proiettile ma il cui sacrificio è valso una morte evitata, quella del soldato che lo teneva in tasca.

A raccontare la storia del’iPod è “Tikigod”, l’utente che ha ricevuto l’immagine dallo zio della propria moglie che lavora in ospedale militare in Irak.

Il lettore, un raro modello 20 GB marchiato HP, faceva parte della dotazione personale di un soldato Kevin Garrad, in servizio con la III Divisione di Fanteria. Nei giorni scorsi Garrad stava presidiando le strade di Tikrit quando si è trovato faccia a faccia con un individuo che gli ha sparato addosso un colpo di Kalashnikov. Il colpo ha trapassato l’iPod, conficcandosi nel giubbotto antiproiettile senza riuscire a raggiungere il torace del soldato. Senza l’iPod molto probabilmente il colpo lo avrebbe ferito se non ucciso vista la distanza da cui è stato esploso il colpo.

Nel suo messaggio Tikigod precisa che Apple, che è stata messa al corrente del fatto, nel corso della giornata di ieri ha fatto sapere che Garrad riceverà  un nuovo iPod al posto di quello ormai non più funzionante che si vede nell’immagine che pubblichiamo in questa pagina.

ipod irak