MacBook Pro con chip Nvidia difettosi, nota tecnica in Italiano

di |
logomacitynet696wide

Apple pubblica in Italiano la nota tecnica che fornisce istruzioni su come verificare e chiedere la riparazione in garanzia dei chip grafici Nvidia che dovessero dare problemi sui MacBook Pro. Intanto Nvidia respinge le accuse di reticenza avanzate da Apple.

Apple ha messo on linea la pagina in Italiano con la quale fornisce tutte le informazioni necessarie per avere la riparazione in garanzia per quei clienti che hanno acquistato un MacBook Pro con scheda grafica GeForce 8600M GT e che si trovano con immagini distorte o confuse.

Il bug in questione e i provvedimenti presi da Apple per fare fronte ad esso erano stati citati da diversi siti web, tra cui il nostro, nel corso della giornata di venerdì. Come noto si tratta di un problema che risiede in un difetto costruttivo del processore Nvidia che in particolari situazioni corre il rischio di collassare e richiedere una sostituzione.

Apple con la pubblicazione della nota tecnica non aveva mancato di mandare qualche stilettata all’indirizzo di Nvidia accusandola, di fatto, di avere nascosto anche gli stessi vertici di Apple il problema, individuato solo in conseguenza di una indagine interna che aveva rivelato che il bug colpiva, potenzialmente, anche i MacBook Pro rilasciati da maggio 2007.

“Nvidia – si legge in alcune dichiarazioni rilasciate alla stampa da Derek Perez, un portavoce di Nvidia, che fungono da risposta alle accuse di Cupertino – ha lavorato in maniera puntigliosa e diligente con Apple come ha fatto con tutti i suoi clienti e i nostri partner per analizzare i notebook e determinare la causa di questo tipo di problemi. Dalla nostra analisi è emerso che la possibilità  del verificarsi di problemi in un MacBook Pro sono remote. Tuttavia Apple, come altri Oem, ha deciso autonomamenti come gestire il suo programma di garanzia e riparazione, basandosi sui suoi propri standard di qualità . Al di à  di questo, noi supportiamo i nostri prodotti e per questa ragione abbiamo creato una simile grande riserva economica (Nvidia ha messo a bilancio tra i 150 e i 200 milioni di dollari per fare fronte alle richieste di riparazione NDR) e continueremo a lavorare a stretto contatto con Apple e i suoi clienti”