MacBook, già  smontato e vivisezionato

di |
logomacitynet696wide

I Giapponesi sono specialisti nel mettere le mani su una nuova macchina, smontarla e scoprirne i segreti hardware. La regola si è ripetuta anche con il MacBook.

I giapponesi, come sempre, quando si tratta di disassemblare qualche nuova macchina per scoprire com’è fatta sono i “leader del mercato” e anche nel caso del MacBook il traguardo è stato tagliato per primo da un sito del Sol Levante.

A smontare ed esporre su un tavolo ogni componente del MacBook (in versione bianca) è stato il solito Kodawarisan.

La sequenza mostra tutto il procedimento, dall’apertura della scatola fino al risultato finale, la presentazione della scheda madre, della ventola di raffreddamento e della scheda Airport Extreme (qui chiamata con il nome commerciale giapponese, AirMac).

I dettagli di maggior interesse sono quelli della scheda madre che permettono di vedere da vicino alcune delle componenti utilizzate per la realizzazione della scheda madre. In vista ci sono il Power controller ICH7-M di Intel e il chip Core Duo che è il cuore della macchina.