Musica digitale: Sony prepara la campagna d’€™Europa

di |
logomacitynet696wide

Sony si appresta a sferrare un attacco ad iTunes sul mercato europeo. Lancio di nuovi player e nuovi negozi di musica digitale in altri paesi del vecchio continente.

La battaglia per la musica digitale si surriscalda anche in Europa. Dopo la conferma, giunta ieri, che Apple rispetterà  i tempi, fissati per ottobre, per l’€™apertura del suo negozio in altri paesi del vecchio continente, anche Sony ha fatto sapere ieri che entro fine anno allargherà  i suoi orizzonti, espandendo ad altri mercati la disponibilità  di Connect, il concorrente di iTunes Music Store.

Al momento, come nel caso di Apple, non è chiaro quali saranno i paesi nei quali, oltre a Francia, Germania e Gran Bretagna, Connect sarà  presentato anche se in passato Sony aveva fatto cenno al Benelux, paesi nordici, Austria e Svizzera.

Nel corso di Popkomm, lo stesso evento utilizzato da Apple per ribadire la data di ottobre, Sony ha confermato di avere propositi bellicosi e legati al lancio di quattro Walkman digitali. I dispositivi saranno pubblicizzati in maniera massiccia, legandone l’€™immagine a quella di Connect.

Secondo molte fonti, in ogni caso, Sony dovrebbe arrivare all’€™estensione del suo servizio dopo Apple. I dirigenti europei della casa nipponica, anche recentemente, hanno parlato di ‘€œfine anno’€, mentre Apple darà  il via ad altri negozi entro il mese di ottobre.

L’€™apertura di nuovi mercati è cruciale per Sony che fatica a conquistarsi quote di mercato. Tra i problema peggiori per il colosso dell’€™elettronica gli analisti, oltre al ritardo subito nei confronti di Apple, c’€™è il supporto dei suoi player unicamente al formato ATRAC, uno standard rigorosamente proprietario che costringe tutti coloro che decidono di usare i suoi riproduttori di musica digitale di convertire le prevedibilmente numerose canzoni in MP3 con grande spreco di tempo. Al contrario Apple, pur supportando AAC (e vendendo su Internet solo canzoni codificate in questo standard), lascia liberi i suoi clienti di caricare su iPod, tra gli altri, anche in formato MP3. Secondo diversi esperti del settore questa opzione è un vantaggio non irrilevante per Apple nella battaglia contro Sony che, non a caso, secondo alcune fonti, starebbe per fare marcia indietro e supportare MP3 a cominciare dai suoi player di musica digitale basati su memorie flash.