Schede di memoria Flash fasulle, lente e difettose: attenzione ai dettagli

di |
logomacitynet696wide

Telefoni cellulari, fotocamere digitali e computer palmari: l’elenco dei dispositivi che sfruttano schede di memoria Flash per conservare i dati è lungo, non stupisce che qualcuno costruisca schede Flash contraffatte. Ecco come riconoscerle.

Si possono trovare su Ebay ma anche nei supermercati: solitamente sono reperibili a prezzi sensibilmente inferiori rispetto ai listini ufficiali del costruttore. Si tratta di schede di memoria Flash dei formati più svariati (Compact Flash, SD, mini SD, Memory Stick Duo e Pro Duo e così via), molto simili agli originali marchiati dai principali fornitori mondiali di memorie allo stato solido, ma diverse per alcuni dettagli.

Un sito di appassionati di tecnologia australiano ha realizzato una pagina Web apposita per svelare la truffa e permettere a tutti di riconoscere le schede contraffatte.
Certo, se siamo stati fortunati la scheda funziona e il prezzo corrisposto per una scheda “clonata” può essere decisamente inferiore a quello del corrispettivo originale. Salvo alcuni dettagli estetici, quali imprecisioni nella stampa e nel posizionamento delle etichette, plastiche meno rifinite nei dettagli e non perfettamente identiche agli originali. Insomma salvo alcune finezze abbiamo il prodotto e abbiamo risparmiato. Ma non sempre la fortuna assiste.

In molti casi infatti le imprecisioni delle memorie fasulle non si limitano alla conformazione fisica esterna e a piccole imprecisioni nelle plastiche. Spesso i dettagli che non corrispondono agli originali riguardano il funzionamento: le schede contraffatte risultano molto più lente nelle operazioni di lettura e scrittura dei dati e, nei casi peggiori, non funzionano a dovere.

Confrontando le foto delle schede fasulle con i modelli originali scopriamo purtroppo che in molti casi la contraffazione è stata portata a termine così bene che risulta impossibile riconoscere un falso o una copia originale osservando attentamente la scheda contenuta nella confezione. Questo succede per esempio con le schede SD in cui le uniche differenze tra vero e falso riguardano una diversa, leggera tonalità  nei colori dell’etichetta e l’assenza di un piccola fessura nella parte superiore della scheda falsa. Entrambi dettagli difficilmente individuabili osservando il prodotto confezionato.

Ancora nel caso delle schede CompactFlash le differenze tra vero e falso risiedono in alcune tonalità  leggermente diverse per i colori e anche negli effetti luce riflessa dell’etichetta superiore. Per stabilire la bontà  della scheda purtroppo occorre voltare il supporto e osservare eventuali imprecisioni nella posizione dell’etichetta o nelle scritte, anche questi dettagli difficili da constatare con il prodotto inscatolato.

Osservando la confezione però spesso i falsi non riportano loghi elaborati e etichette con ologrammi invece presenti negli originali. Per evitare le contraffazioni è possibile osservare le foto delle schedine e delle relative confezioni originali sul sito Internet del costruttore, infine diffidiamo sempre di prodotti offerti a prezzi sensibilmente più bassi di quelli standard di mercato.

flash false

[A cura di L. M. Grandi]