Steinberg: Cubase 5 e Cubase Studio 5 a febbraio

di |
logomacitynet696wide

A più di due anni dall’uscita dell’ultima versione 4, Cubase 5 si avvantaggia delle ultime tecnologie sviluppate nell’ambito della produzione audio digitale. Nuovi tool per la rilevazione e la correzione dell’intonazione vocale e per la creazione e la programmazione di pattern ritmici. In arrivo anche un’applicazione per iPhone.

Nel corso del NAMM (National Association of Music Merchants) che si svolge ad Anaheim (Californa), Steinberg ha mostrato la versione 5 di Cubase. La nuova versione dell’applicativo include interessanti strumenti, incluso un sistema per la correzione dell’intonazione vocale denominato “vocal pitch” e con funzionalità  simili a quelle messe a disposizione dall’editor Melodyne o dal plug-in Auto-tune, l’integrazione del Groove Agent One (la groove machine di Steinberg con tre drum kit: acoustic, urban e hip hop) e Beat Designer (programmazione step by step del pattern perfetto), la funzione LoopMesh (cosviluppata con Yamaha) per miscelare e creare variazioni sfruttando loop con una serie infinita di variazioni.

Il vocal pitch permette di identificare quanto riprodotto, riconoscendo le note e classificando la natura delle transizioni e determinare durata e legami ritmici con gli altri eventi musicali. E’ sostanzialmente possibile ciò che è stato per anni ritenuto un sogno: editare i campioni come se si trattasse di note MIDI. Gli strumenti di VST Expression permettono di combinare il riverbero a convulazione VST3 (in stereo o surround con oltre 70 response) con migliori automazioni e mix dinamici.

L’applicativo sarà  disponibile a febbraio per 599 euro (199 euro per chi aggiorna da versioni SX 3 o 4). La versione “studio” sarà  venduta a 399 euro (129 euro per chi aggiorna da SL3 o Studio 4).

Le prime versioni saranno localizzate in italiano con il manuale introduttivo stampato in italiano e il manuale operativo in inglese. Per avere la versione con anche il manuale operativo stampato in italiana bisognerà  attendere il mese di Marzo.

Steinberg ha anche mostrato un’applicazione per iPhone denominata “Cubase RC” (RC sta per “Remote control”) e con la quale è possibile sfruttare il WiFi per connettersi e controllare gli applicativi della casa. Si può controllare il transport, i marker, attivare/disattivare varie funzioni a distanza. L’applicazione per iPhone sarà  disponibile gratuitamente sull’App Store nel secondo trimestre del 2009.

[A cura di Mauro Notarianni]